WhatsAvv

Il Vangelo secondo WhatsAvv. Nell’era del “tutto sullo smartphone”, oggi anche la Parola viaggia sul filo dell’era 2.0. E sembrerebbe che la Chiesa e le istituzioni stiano pensando a qualsiasi strumento per avvicinare i giovani e coinvolgerli.

WhatAvv nasce a Pompei grazie alla Pastorale Giovanile. Si tratta, neanche a dirlo, di un’app per la messaggistica istantanea per la diffusione del Vangelo in Tempo di Avvento. La scia è ovviamente quella del servizio al momento più usato al mondo per l’invio dei messaggi, WhatsApp.

L’annuncio della Novella, dunque, si affida non più e non solo all’altare di una chiesa, ma ad una vera e propria applicazione per dispositivi elettronici. Tuttavia, occorre specificare che un’iniziativa del genere non è nuova del campo. Non tutti forse ricordano il successo di KeepLent, con il quale si si predicava il Vangelo quaresimale con l’utilizzo dei social network.

Come iscriversi a WHatsAvv

Oggi, quindi, si affida a WhatsAvv e alla moderna tecnologia di Internet e della telefonia mobile la diffusione dei Vangeli in tempo di Avvento (dal quale il nome “Avv”). L’appuntamento per “l’inaugurazione” dell’app pastorale è stato fissato per il 29 novembre. Ogni mattina, infatti, quanti avranno il desiderio di iscriversi all’iniziativa, riceveranno sul proprio smartphone un messaggio audio con un versetto del Vangelo. Per iscriversi è molto semplice: occorre mandare un sms al numero 392 44 46 952, indicando nome, cognome, e la sigla WhatsAvv.

Leggi anche:  Vodafone e Tre: saldi smartphone già retribuiti risultano ancora da pagare

Ogni messaggio vocale, della durata di circa un minuto e trenta secondi, sarà corredato di un breve commento di approfondimento ed una riflessione sul passo evangelico appena letto.

E così sia!