huawei-mate-50-4g-ecco-quando-potrete-mettere-mani-nuovo-smartphone

Con le normative statunitensi che rendono ancora le cose difficili per Huawei, l’azienda ha scelto di ridurre il numero di modelli di punta rilasciati ogni anno (la serie P incentrata sulla fotografia e la serie Mate tecnologicamente avanzata) a uno ogni anno solare. Huawei sta ruotando tra la serie di punta P 50, introdotta lo scorso anno, e la serie di punta Mate 50, che sarà fornita quest’anno.

La linea sarà disponibile il 7 settembre, secondo ITHome. Questi saranno i primi telefoni Mate di Huawei dalla serie Mate 40 nel 2020. Secondo la fonte, potrebbero esserci quattro diversi modelli della serie, tra cui Huawei Mate 50e, Mate 50, Mate 50 Pro e Mate 50 RS. Ad eccezione del Mate 50 RS, tutti e tre potrebbero essere alimentati dal processore Kirin 9000S di Huawei.

Huawei Mate 50 4G arriva a settembre

Huawei non ha abbastanza chip Kirin 9000S per coprire tutte e quattro le versioni. Questo perché gli Stati Uniti hanno modificato una restrizione all’esportazione nel 2020 che impedisce alle fonderie che utilizzano la tecnologia americana di fornire chip a Huawei. Di conseguenza, mentre la serie di punta Huawei P50 utilizzava il potente processore Snapdragon 888 di Qualcomm, è stata ottimizzata in modo tale da non poter essere utilizzata con le reti 5G.

Inizialmente pensavamo che l’idea che Huawei avrebbe utilizzato CPU prodotte sul nodo di produzione maturo a 14 nm per la serie di punta P60 del prossimo anno fosse folle. Tuttavia, ci siamo resi conto che il 14 nm è il chipset sofisticato più avanzato che la più grande fonderia cinese, SMIC, può attualmente realizzare.

Se Huawei vuole competere nel mercato degli smartphone e provare a rivendicare i suoi giorni di gloria come il miglior spedizioniere di telefoni al mondo, dovrà offrire versioni 5G a un certo punto. Tuttavia, la serie Mate 50 continuerà a supportare solo il 4G, il che è piuttosto divertente dato lo status di Huawei come uno dei principali fornitori mondiali di apparecchiature per telecomunicazioni, il che significa che ha lavorato su più reti 5G rispetto alla maggior parte delle aziende del settore.

Tuttavia, non è in grado di fornire supporto 5G sui suoi telefoni più recenti. La serie Mate 50 includerà l’ultima versione del sistema operativo Harmony interno di Huawei, 3.0. La società cinese ha perso l’accesso alla versione Google Mobile Services (GMS) del sistema operativo Android open source a seguito della decisione degli Stati Uniti nel 2019 che ha inserito Huawei nell’elenco delle entità. A causa della sua inclusione in tale elenco per motivi di sicurezza, Huawei non è ancora in grado di accedere alla sua catena di approvvigionamento statunitense, che include Google e la versione GMS di Android.

Avatar
Appassionato di tecnologia e videogiochi. Sono uno studente di Ingegneria informatica a tempo pieno, ma ho anche altri difetti.