ford

Un piano importantissimo per l’elettrificazioni delle sue auto in Europa è stato portato da Ford. A quanto pare, la Casa automobilistica statunitense, ha deciso di spianarsi la strada verso la sola vendita di auto elettriche. La scelta per compiere la sua missione è la fabbrica di Valencia, che servirà a costruire modelli basati su un’architettura di prossima generazione.

Inoltre, Ford ha aggiunto che in questo impianto si potrebbero anche produrre auto elettriche a partire dalla fine di questo decennio. Stuart Rowley, Chair di Ford Europa e Responsabile Globale per la trasformazione e qualità, ha dichiarato a riguardo:

“Stiamo accelerando la nostra trasformazione in Europa, reinventando il modo in cui operiamo e costruendo un futuro in cui veicoli straordinari e un’attenzione incessante sull’esperienza del cliente vanno di pari passo con la protezione del nostro pianeta. Portare a Valencia la nostra nuovissima architettura di veicoli elettrici ci aiuterà a costruire un business redditizio in Europa, a garantire un’occupazione di alto valore e ad aumentare la nostra offerta di veicoli elettrici premium, ad alte prestazioni e completamente connessi in grado di soddisfare la domanda dei nostri clienti europei.”

 

Ford: gli investimenti nel mercato delle elettriche sono da capogiro

Ford, in Europa, ha investito ben 2 miliardi di dollari; quindi, nel progetto di elettrificazione ci crede davvero. La conversione delle sue attività sta attualmente avvenendo nel sito di Colonia, in Germania, dove nel 2023 incomincerà la produzione di un nuovo modello elettrico basato sulla piattaforma MEB di Volkswagen. Dopodiché, sarà prodotta un’altra auto elettrica sempre su questa piattaforma.

La Casa automobilistica punta a lanciare anche la versione elettrificata di Ford Puma, la quale verrà prodotta nell’impianto di Craiova, in Romania. Dunque, entro il 2026, Ford prevede la vendita di 600mila auto elettriche all’anno.

Christian Savino
Christian, 24 anni. Appassionato di tecnologia e musica da sempre. Autore per TecnoAndroid dal 2019.