alexa voceAlexa potrebbe presto accogliere una nuova funzionalità che sta facendo parlare di sé animando dibattiti su quelle che potrebbero essere le conseguenze dal punto di vista pratico ed etico. L’assistente vocale di Amazon sarebbe in grado di riprodurre la voce di chiunque, anche dei defunti, sfruttando una riproduzione vocale di un solo minuto.

Alexa: l’assistente vocale imita la voce dei defunti!

 

Come spiegato da Rohit Prasad, vicepresidente senior di Alexa, durante la conferenza Re:Mars. 2022, l’assistente vocale sarà capace di imitare la voce di qualunque persona, anche di chi non c’è più. Sfruttando i progressi ottenuti nell’impiego dell’intelligenza artificiale, ad Alexa sarà sufficiente ascoltare una clip audio di un solo minuto per poter poi riprodurre la voce dei defunti. 

Secondo Amazon si tratta di una funzionalità che potrebbe essere ben accolta dagli utenti poiché utile a “far durare i ricordi”. In realtà, la presentazione della novità ha sin dal primo momento suscitato alcune perplessità.

L’idea di avere a disposizione un dispositivo in grado di riprodurre la voce di una persona cara che non c’è più potrebbe causare delle complicazioni nell’elaborazione della perdita, soprattutto nei più piccoli. Il rischio più rilevante riguarda però l’utilizzo illecito da parte di malfattori che potrebbero sfruttare la voce per compiere truffe e inganni. Avendo a disposizione un dispositivo con una tecnologia deepfake così comune come Alexa e quindi, riuscendo in un solo minuto ad avere la possibilità di imitare la voce di qualcuno, i malfattori potrebbero procedere con l‘ideazione di un maggior numero di inganni. 

Al momento quanto presentato da Prasad non è disponibile su Alexa e mira esclusivamente a dimostrare quelli che sono i progressi raggiunti da Amazon nel settore dell’AI. In futuro, però, potremmo assistere all’arrivo effettivo della funzionalità e i dibattiti su di essa e il suo impiego potrebbero aumentare.

Giorgia Leanza
Diplomata in Scienze Umane, Giorgia Leanza è una studentessa di Lettere Moderne presso l'Università di Catania. Appassionata d'arte, letteratura e tecnologia e si rifugia nella scrittura. Coltiva diversi interessi ed ha sempre un nuovo libro sul comodino.