copertina twitter blue

Twitter ha dichiarato a settembre che avrebbe aggiunto un modo per consentire agli utenti di autenticare i token non fungibili (NFT). Adesso la funzione è attiva se si paga un abbonamento Twitter Blue da 2,99 dollari e si utilizza un dispositivo iOS.

Maggiori informazioni su Twitter Blue:

Al momento del lancio, Twitter supporta diversi portafogli crittografici che gli utenti possono collegare ai loro profili così da verificare che i loro account dispongano realmente dei token non fungibili.

  • Argent;
  • Coinbase Wallet;
  • Ledger Live;
  • MetaMask;
  • Rainbow;
  • Trust Wallet;

Tuttavia, un effetto collaterale di questa mossa potrebbe essere quello di limitare la sua interazione con la blockchain ad un elenco di fonti approvate: significa che le informazioni su chi possiede questo non sono così decentralizzate come si possa pensare. Come ha notato la ricercatrice Jane Manchun Wong, un’interruzione del database che ha messo offline l’API OpenSea per alcune ore ha causato la perdita delle informazioni delle pagine di raccolta NFT di Twitter.

A questo link potete trovare la FAQ che spiega il processo (cercando di assicurarsi che i proprietari di NFT evitino di fare clic su un collegamento di phishing anziché su quelli ufficiali di Twitter) e risponde alla domanda su cosa succede se si vende un NFT che è inserito in una foto profilo.

Attenzione: se vedete un profilo con un’immagine esagonale e volete vedere gli altri suoi lavori, basta fare clic sul profilo dell’immagine esagonale. Selezionate “Visualizza dettagli NFT” per scoprire le informazioni sul “proprietario NFT, descrizione NFT, raccolta, proprietà e dettagli aggiuntivi”.

Stefano Germinal
3D artist e videomaker grande amante del cinema e della tecnologia. Predilige i film fantasy, sci-fi, horror e d'animazione. Ha un cuore nerd, mai togliergli i suoi anime e le serate in fumetteria il mercoledì sera.