Covid e nuova variante Deltacron: forse è un errore, potrebbe non esistere

Potrebbe essere stata scoperta una nuova variante del Covid, la quale andrebbe ad unire le forze delle ultime due varianti che hanno messo sotto sopra il mondo intero. Omicron, la variante che corre più veloce di tutti ma fortunatamente meno letale, si sarebbe unita con la Delta, la più pericolosa.

Il nome venuto fuori sarebbe dunque Deltacron, che avrebbe fatto rilevare i primi casi in Europa.

Queste sono state le parole da parte di Massimo Galli, attualmente direttore dell’ospedale Sacco di Milano.

“La nuova variante merita considerazione e studio, considerando che le due varianti ricombinate sono diverse tra loro, il fatto che si possa verificare un fenomeno di questo genere non può essere trascurato. Dobbiamo studiarlo con l’attenzione necessaria”.

 

Covid: il virus muta ancora ma potrebbe essere solo un errore di laboratorio?

L’annuncio della nuova variante arriva da Cipro, dove sarebbe stata isolata essendo stata studiata su 25 casi. Secondo quanto riportato però durante le ultime ore, si apprenderebbe che la nuova variante potrebbe essere solo frutto di un errore.

Deltacron quindi potrebbe – speriamo – non esistere. Questo il tweet di Krutika Kuppalli, ricercatrice dell’OMS che sembra smentire il tutto:

Deltacron non è reale ed è probabilmente dovuto a un artefatto di sequenziamento, ossia a una contaminazione in laboratorio di frammenti di sequenza di Omicron in un campione di Delta“.

Ovviamente gli studi verranno perfezionati pian piano per scongiurare questo nuovo pericolo, il quale dunque potrebbe essere solo frutto di un errore di valutazione. Si attendono quindi nuove notizie che possono portare un po’ di tranquillità.