Al giorno d’oggi il provider fornitore di SPID più conveniente presente sulla piazza era senza dubbi Poste Italiane, l’agenzia italiana infatti consentiva di accedere al servizio in modo completamente gratuito e di effettuare l’autenticazione in vari modi, tra cui anche quello fisico, senza pagare costi aggiuntivi, a quanto pare però la favola sta per giungere alla fine.

Stando alle ultime news, presto che per Poste Italiane, il riconoscimento di persona sarà a pagamento, ecco la nota ufficiale: “Il costo del servizio di identificazione in ufficio postale è pari a 12 euro iva inclusa.”

 

Una scelta che penalizza le fasce deboli

Per chi non lo sapesse, l’identificazione è un passaggio fondamentale durante il processo di creazione di SPID, dal momento che essa da valenza legale all’identità digitale, la quale dunque assume un carattere di riconoscimento essenziale per accedere a svariate piattaforme ufficiali e governative, come il sito dell’INPS o le pagine universitarie personali.

Tutti i providers di SPID offrivano il servizio di riconoscimento tramite vari metodi a pagamento, Poste era l’unica ad offrire il servizio gratis in ogni modalità, contesto che resterà uguale per tutte tranne che per quella di persona, un dettaglio che dunque va a penalizzare le fasce poco a loro agio con il PC, come ad esempio gli anziani.

Si tratta dunque di una decisione abbastanza discutibile ma ormai vincolante, i poco abituati dovranno scegliere se pagare 12 euro per il riconoscimento oppure rinunciare a SPID, una scelta decisamente poco probabile dal momento che è ormai essenziale su svariate piattaforme governative.