Questo autunno ha inaugurato una nuova stagione per il Fisco. Dopo la pausa forzata a causa della pandemia e della conseguente emergenza economica, le attività dell’Agenzia delle Entrate stanno tornando a pieno regime. Ciò significa che è previsto anche lo sblocco per l’invio delle cartelle esattoriali per i cittadini che hanno debiti arretrati nei confronti della Pubblica Amministrazione.

 

Fisco, scadenze e cartelle esattoriali per gli italiani

La scadenza dell’ultima proroga concessa dal Governo per i pagamenti delle cartelle esattoriali è stata il 31 Agosto. A partire da inizio settembre, già sono state inviate le prime comunicazioni nelle case degli italiani.

Lo stop forzato alle cartelle esattoriali nell’ultimo anno e mezzo è stato figlio della grave situazione economica legata al Covid. Il Fisco ha previsto il congelamento dei pagamenti sia per i cittadini che per i professionisti con Partite IVA.

In totale, il Fisco ha ora 50 milioni di cartelle esattoriali da inviare agli italiani da qui ai prossimi mesi. Se si ragione in termini assoluti, gli italiani coinvolti in tal genere di operazione sono circa 9 milioni.

Le operazioni da parte del Fisco avverano però con gradualità. Nel corso di questa parte conclusiva dell’anno, l’Agenzia delle Entrate si impegna ad inviare 4 milioni di cartelle esattoriali agli italiani. Il resto delle comunicazioni sarà spalmato nella prima parte del prossimo 2022. Ai cittadini sarà inoltre concessa una proroga per i pagamenti senza morosità: si passa in tal caso da un periodo di 60 giorni ad uno di 180 giorni. 

Per la spedizione delle cartelle esattoriali, come sempre, il Fisco si avverrà della partnership con Poste Italiane.