TSMC, SoC, 3nm, 5nm, Samsung, Huawei

In queste ore, TSMC (Taiwan Semiconductor Manufacturing Company) ha annunciato ufficialmente un piano di espansione molto importante. Il chipmaker ha intenzione di realizzare la prima fonderia in Giappone.

Grazie a questo investimento, TSMC punta a rafforzare la propria capacità produttiva e quindi migliorare la supply chain messa a dura prova dalla Crisi dei Chip. La notizia è stata lanciata da NikkeiAsia che riporta anche le parole del CEO C.C. Wei che ha confermato il pieno supporto dei clienti e del Governo Giapponese.

L’amministratore Delegato ha annunciato che il nuovo impianto sarà incentrato sulla produzione di chipset realizzati con tecnologia a 22 nanometri e a 28nm. Queste due soluzioni sono estremamente versatili e possono utilizzati per diversi dispositivi tra cui microcontroller e sensori di immagine.

 

TSMC costruirà una nuova fabbrica di chip in Giappone

La costruzione del nuovo sito produttivo è già pianificata ed inizierà il prossimo anno. Sono previsti due anni di lavori e nel 2024 potrebbe iniziare la produzione vera e propria dei chipset.

Si tratta di una scelta molto importante per il chipmaker in quanto per la prima volta sposta la propria produzione. Per anni l’azienda ha mantenuto la produzione principale propri chipset sull’isola di Taiwan ma con questa mossa si espanderà in Giappone. Nel frattempo continuano i lavori per la realizzazione della nuova fabbrica negli Stati Uniti prevista in Arizona.

Infine, TSMC sta anche valutando la costruzione di un sito produttivo in Germania per supportare ulteriormente la produzione di chip. Al momento l’azienda non ha rivelato ulteriori informazioni e resta sconosciuto anche l’esatto ammontare dell’investimento fatto dall’azienda.