Truffe

Periodo non proprio positivo per i correntisti italiani, i quali si trovano dinnanzi a parecchie truffe online. Le suddette vengono messe in atto in maniera davvero esemplare quanto semplice e possono essere potenzialmente pericolose. Il metodo che viene utilizzato è quello del mail phishing che pare sia quello più efficace e che va a colpire anche banche importanti nel nostro Paese, come BNL, Intesa Sanpaolo e Unicredit.

Le mail di phishing vengono inoltrate ai correntisti con tecniche molto astute e hanno come scopo numero uno quello di rubare i dati sensibili dell’utente che sono andati a colpire. Operano in modo molto semplice i truffatori: inviano una mail dove esortano l’utente ad accedere al proprio home banking mediante un link che egli stessi forniscono.

Cliccando sul link, che in sé non è una cosa pericolosa, accediamo poi alla pagina fake del nostro home banking creata stesso da loro dove andremo poi ad inserire i nostri dati personali. Così facendo, i truffatori svuoteranno il vostro conto in meno di venti minuti.

Phishing: come difendersi da queste truffe

Moltissimi utenti cadono purtroppo in questa trappola architettata fin troppo bene. Però, fortunatamente, esistono dei metodi ottimi per evitare che tutto ciò di cui vi abbiamo parlato accasa.

La prima cosa è quella di prestare attenzione e di conoscere il modo in cui operano i malfattori, così da evitare subito queste truffe. La seconda cosa, se abbiamo dubbi, è verificare se la mail del mittente è reale o meno, cosa che possiamo fare tramite web. Ciononostante, è da specificare che le vostre banche difficilmente vi invieranno mail di questo tipo. Dunque, non esitate a cancellarle immediatamente.