Whatsapp

Una delle funzioni più apprezzate per chi utilizza WhatsApp sono senza ombra di dubbio i messaggi vocali. Tuttavia, possono essere molto fastidiosi nel momento in cui interagiamo con una persona che utilizza solo quelli per comunicare. Infatti, i destinatari sono obbligati ad ascoltare ciò che gli viene detto con la velocità e con il ritmo con il quale vengono dette dal mittente.

Tuttavia, gli sviluppatori di WhatsApp hanno pensato di risolvere questa problematica: il primo modo è stato quello della velocità di riproduzione regolabile, ma è il secondo modo che ha davvero del clamoroso. Si sta infatti pensando ad una funzione che trascrive automaticamente gli audio in messaggi di testo, così da essere letti come un normale elemento delle chat.

 

WhatsApp: il funzionamento della trascrizione vocale

La novità è stata comunicata in anticipo, come spesso accade, dal portale WABetaInfo, i cui gestori lavorano sull’app mediante tecniche di reverse engineering per provare a capire se ci sono delle funzionalità ancora incomplete. La trascrizione dei messaggi è stata di fatto notata in una delle versioni preliminari di WhatsApp per iOS e va a sfruttare degli algoritmi interni del sistema operativo di Apple.

L’operazione andrà richiesta tramite un menu reso disponibile nella bolla della chat che contiene la nota audio. Dopo che abbiamo concesso a WhatsApp il permesso di accedere ai servizi di riconoscimento vocale di iOS, il testo verrà elaborato e successivamente presentato nella parte bassa dello schermo. Scorrendo con il cursore sulla lunghezza della nota vocale, sarà possibile saltare alla parte desiderata della trascrizione.