Covid, Gimbe: casi in calo per la prima volta da giugno e dati migliori sui ricoveri

Secondo alcuni importanti dati elaborati dalla Fondazione Gimbe, durante l’ultima settimana sarebbe stato registrato un importante calo per quanto riguarda i nuovi casi. Da giugno sarebbe la prima volta, così come per quanto concerne la crescita dei ricoveri, anch’essa in calo. Sono questi i dati registrati dal 1 al 7 settembre, con sole tre regioni che mostrano un incremento della percentuale. Nel frattempo 3,1 milioni di over 50 sono ancora senza vaccino.

Questo è quanto dichiara Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione:

Per la prima volta da fine giugno diminuiscono i nuovi casi settimanali sia come numeri assoluti che come media mobile dei casi giornalieri“.

 

Covid e miglioramenti: anche le strutture ospedaliere sono meno sotto pressione

Miglioramenti anche per quanto riguarda la pressione sulle strutture ospedaliere. Questo è quanto afferma Renata Gili, responsabile Ricerca sui Servizi Sanitari di Gimbe:

Sul fronte ospedaliero frena ulteriormente l’incremento dei posti letto destinati a pazienti Covid: rispetto alla settimana precedente crescono solo dell’1,3% in area medica e del 3,5% in terapia intensiva. Stabili gli ingressi giornalieri in terapia intensiva con una media mobile a 7 giorni di 42 ingressi al giorno rispetto ai 43 della settimana precedente”. 

Il monitoraggio mostra anche un aumento di casi al di sotto della fascia over 50:

“A fronte di un sostanziale appiattimento dei trend di vaccinazione in questa fascia di età, continuano a salire le curve degli under 50, nonostante una flessione di quella 40-49 anni e un iniziale rallentamento di quelle dei 20-29 e 30-39 anni. Rimane invece costante la salita della fascia 12-19 anni, segnale incoraggiante vista l’imminente riapertura delle scuole”.