olimpiadi-tokyo-2021-oms-competizione

Le Olimpiadi di Tokyo 2021 sono di fatto già iniziate nonostante la cerimonia di apertura non ci sia ancora stata. Tutto questo nonostante il pericolo della pandemia e dei casi di Covid-19 tra lo staff e gli atleti presenti al villaggio olimpico nella capitale giapponese. Anche se ormai manca veramente poco, questione di ore, il rischio è alto eppure l’OMS ha fatto marcia indietro in merito alla massima competizione.

Se da un lato l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha criticato aspramente Euro 2020, a questo giro ha deciso di appoggiare le Olimpiadi. Il direttore dell’ente ha espressamente detto che si tratterebbe di una Celebrazione della speranza dell’umanità che cerca di combattere la pandemia. Una situazione alquanto particolare al netto di tutte le dichiarazioni fatte.

 

Olimpiadi di Tokyo 2021: per l’OMS vanno portate avanti

Le parole di Tedros Adhanom Ghebreyesus, capo dell’OMS: “Possano questi Giochi essere il momento che unisce il mondo e accende la solidarietà e la determinazione di cui abbiamo bisogno per porre fine alla pandemia insieme, vaccinando il 70% della popolazione di ogni paese entro la metà del prossimo anno. Che la torcia olimpica sia un simbolo di speranza che attraversi il pianeta. E possano i raggi di speranza da questa terra del sol levante illuminare una nuova alba per un mondo più sano, più sicuro e più giusto”.

Difficile capire cosa succederà a Tokyo per le Olimpiadi. La bolla ha fallito e il numero dei casi tra gli atleti potrebbe solo che aumentare portando per forza di cose all’annullamento di alcune competizioni nello specifico.