Criptovalute, la stretta su Binance si espande in Lituania e Hong Kong

Il grande e variegato mondo delle criptovalute sta attraversando un periodo molto strano. Mentre tutti sembrano essere concordi sul fatto che le celebri monete virtuali abbiano perso valore durante gli ultimi tre mesi, dall’altro c’è chi crede che in futuro si avrà un boom decisivo.

Soprattutto per quanto riguarda alcune criptovalute in generale come il Bitcoin, ci si auspica una vera e propria crescita esponenziale. Al momento sembra che ci siano state altre regolamentazioni, con la Consob che infatti avrebbe ufficializzato il suo comunicato riguardante soprattutto Binance, uno dei principali Exchange, che al momento sarebbe sprovvisto di autorizzazione per esercitare il suo servizio in Italia.

 

Criptovalute: Binance senza autorizzazione, la Consob emette un comunicato

La Consob ha messo un suo comunicato all’interno del quale esorta gli utenti “a prestare la massima cautela nell’effettuare operazioni su strumenti correlati a cripto-attività (crypto-asset) che possono comportare la perdita integrale delle somme di denaro utilizzate e si raccomanda di attenersi sempre alla regola generale di considerare l’adesione a proposte contrattuali solo quando se ne abbia un’adeguata comprensione e solo quando siano assistite da informazioni chiare e complete anche sull’identità della controparte contrattuale che si propone eventualmente come prestatore di un servizio”. 

La situazione in realtà non è nuova in questo ambiente, dal momento che sorte è molto più dura era toccata a Binance già nel Regno Unito lo scorso mese. In quel caso il famoso ex change ha dovuto evitare di svolgere la sua attività in terra anglosassone. Al momento non ci sono decisioni ufficiali in Italia, ma si attende con trepidazione.