covid-19-euro-2020-effetti-pandemia

In queste settimane si sono tenute la maggior parte della partite di Euro 2020. La competizione non è ancora finita e gli effetti sulla pandemia da Covid-19 si stanno già facendo sentire, soprattutto il alcuni paesi. Nel continente i nuovi casi di contagi sono aumentati del 10% rispetto alla scorsa settimana, numeri importanti considerando che erano scesi ininterrottamente per 10 settimane.

Tra questi paesi c’è la Russia che ha ospitato diverse partite con dei focolai particolarmente attivi. Lo spostamento di tifosi da un paese all’altro ha causato quindi un aumento da altre parti come in Finlandia. Il timore è che il vero danno si farà sentire tra qualche giorno visto ovvero quando si avrà un quadro più completo della diffusione del coronavirus, soprattutto delle nuove varianti come la Delta.

 

Covid-19: gli effetti di Euro 2020

Praticamente ogni aspetto legato a Euro 2020 ha contribuito forse a dare vita a una nuova ondata di contagi e di nuovi casi di Covid-19. Dai tifosi in movimento tra paesi, ai movimenti interni nei paesi sui mezzi, alla presenza sugli stadi ed ad altro ancora. Allo stesso tempo molti paesi hanno ridotto le restrizioni causati dall’emergenza visto i numeri positivi, una concomitanza pericolosa.

Il risultato più probabile è che presto la maggior parte dei paesi si ritroverà come il Regno Unito, il paese che praticamente vede solo nuovi contagi causati dalla variante Delta. I nuovi casi di Covid-19 sono i più alti da diversi mesi, ma c’è da dire che gli effetti dei vaccini si sentono visto che il numero delle ospedalizzazioni è praticamente nullo.