IPTV: le multe sono altissime, il gioco di Sky e DAZN gratis non vale più la candela

L’Europeo di calcio ha portato ad una nuova battaglia contro lo streaming IPTV da parte delle forze dell’ordine. Nelle ultime settimane, la Guardia di Finanza ha condotto una serie di operazioni per smantellare le reti dei malintenzionati che trasmettevano in streaming e senza permesso le esclusive dei canali di Sky.

 

IPTV, i rinnovati rischi per lo streaming illegale

Lo streaming illegale si conferma una realtà in Italia, anche in vista della prossima stagione con Sky che trasmetterà in esclusiva la Champions League e DAZN che proporrà in esclusiva tutta la Serie A.

Gli utenti che scelgono l’IPTV devono prestare molta attenzione, soprattutto alle possibili truffe. Considerato che tante volte l’avvicinamento allo streaming illegale e ai truffatori che garantiscono questa tecnologia avviene via WhatsApp e Telegram, il rischio di pagare un servizio non corrisposto è molto alto.

Dalle evidenze delle ultime settimane emergono poi anche le sanzioni imposte a tutti gli utenti che scelgono l’IPTV. In sede civile, la sanzione può portare ad una multa di 30mila euro con la reclusione sino a tre anni prevista per i casi di recidiva.

Tanti italiani per accedere all’IPTV senza un ticket regolare per Sky e DAZN si affidano anche ai canali VPN. Di per sé, la tecnologia è legale e rappresenta uno strumento consigliassimo e facile da usare per qualsiasi utente per navigare protetti in rete, e che se usato con i più noti servizi di streaming (Netflix, Amazon Prime Video) da accesso a cataloghi più vasti. NordVPN, la migliore VPN attualmente in rete, offre un ottimo servizio ed è in offerta con un prezzo scontatissimo.