whatsapp-se-qualcuno-ti-ha-bloccato-ecco-2-modi-per-sbloccarti

Può capitare di non stare simpatico a tutti. Forse a qualcuno proprio non vai a genio oppure hai detto o scritto qualcosa che lo ha offeso. Se hai il dubbio che qualcuno ti abbia bloccato su WhatsApp c’è una soluzione e te la spiegheremo noi di Tecnoandroid in questo articolo. Vediamo insieme come capire se un contatto ti ha veramente bloccato su WhatsApp e, nel caso fosse davvero così, 2 modi per sbloccarti e comunicare nuovamente con lui.

 

Come capire se un contatto ti ha bloccato su WhatsApp

Capire se un contatto ti ha veramente bloccato su WhatsApp non è difficile, ma potrebbe non rivelare con certezza se realmente le cose stanno proprio così. Tuttavia ecco cosa fare per scoprirlo:

  • per prima cosa prova ad effettuare una chiamata o una videochiamata con WhatsApp al contatto che pensi possa averti bloccato. Se non dovesse partire la connessione allora questo è un segno che potresti essere stato bloccato;
  • un’altra cosa che potrebbe rivelare un blocco su WhatsApp è la conferma di lettura. Un segno di spunta indica che il messaggio stato  inviato, due segni di spunta indicano che è stato recapitato al destinatario e infine tre segni di spunta blu ci rivelano che è stato letto. Se continua a esserci un solo segno di spunta sul messaggio che hai inviato, con molta probabilità sei stato bloccato;
  • ultimo indicatore è la foto profilo. Se sul contatto compare solo l’avatar di default allora si tratta di un ulteriore indizio. Ciò potrebbe confermare che quel contatto ti ha bloccato.

 

2 modi per sbloccarsi

Comunque ti farà piacere sapere che una soluzione c’è, anzi ce ne sono due. Quindi nulla è perduto e potrai tornare a comunicare con il tuo amico che ti ha precedentemente bloccato su WhatsApp.

Ecco i due modi per sbloccarti quanto vieni bloccato:

  1. su WhatsApp le dinamiche di blocco non funzionano sulle chat di gruppo. Quindi, se è disponibile, potresti contattarlo in un gruppo già esistente. Se non ne hai, dovresti chiedere a un amico in comune di crearlo aggiungendovi;
  2. oppure potresti cambiare numero di cellulare. Infatti il blocco di WhatsApp è legato a quest’ultimo e non all’utente.

Attenzione però a non diventare troppo insistente altrimenti rischi di trasformarti in uno stalker e invece di risolverlo, il problema lo aumenti. Se da una parte queste modalità ci permettono di ricontattare un nostro amico, dall’altra ci fanno capire che con WhatsApp non siamo al sicuro anche se blocchiamo un contatto.

FONTEAranzulla