bitcoin-el-salvador-legalizza-bitcoin-primo-paese-al-mondo

Si tratta di una notizia che ha lasciato a bocca aperta tutti. El Salvador è il primo Paese al mondo ad aver legalizzato Bitcoin come valuta legale. Cosa c’è dietro questa scelta fortemente voluta dal Presidente Nayib Bukele? Scopriamolo insieme in questo articolo e cerchiamo di capire lo scenario che si aprirà per Bitcoin in futuro con questo traguardo.

 

Bitcoin: crypto approvata come moneta legale in El Salvador

Il 9 giugno 2021 il Congresso salvadoregno ha approvato, con larga maggioranza, la proposta di riconoscere Bitcoin come moneta legale di El Salvador. Sono stati ben 62 i voti a favore su 84. Ad annunciarlo è stato il Presidente Nayib Bukele su Twitter.

Ci vorranno 90 giorni prima che i bitcoin diventino valuta legale di scambio a tutti gli effetti nel Paese. Una decisione fortemente voluta e promossa dal giovane Presidente Nayib Bukele. Perché questo desiderio?

 

Il denaro che arriva dall’estero

Rendere Bitcoin una moneta legale in El Salvador vuol dire incentivare l’invio di denaro di chi, emigrato, sostiene l’economia delle sue famiglie dall’estero. Infatti, una volta che la crypto sarà fruibile, i salvadoregni non dovranno più pagare commissioni salate per movimentare il denaro.

Secondo quanto riportato in un articolo de il Fatto Quotidianoil paese conta circa 6 milioni di abitanti a cui si aggiungono 2 milioni di salvadoregni che vivono all’estero e che inviano in patria circa 6 miliardi di dollari all’anno, il 20% del Prodotto interno lordo del piccolo stato del centroamerica. Il 70% della popolazione non ha un conto corrente in banca. Inoltre El Salvador adotta come valuta il dollaro statunitense, non gestisce insomma direttamente una propria moneta“. Quindi i bitcoin gli faranno davvero comodo.

 

Un’app gestirà il trasporto del denaro

Sarà un’app a gestire il “trasporto” dei Bitcoin, messa appunto dalla salvadoregna Strike. Il sistema movimenterà i dollari trasformandoli in Bitcoin per poi riconvertirli in dollari una volta giunti al destinatario.

Insomma una decisione questa che porterà alle stelle la crypto oppure dovremo aspettarci l’ennesimo crollo della sua quotazione?

FONTEil Fatto Quotidiano