Postepay: attenti alla nuova e-mail, si tratta di una truffa phishing

Postepay è lo strumento maggiormente utilizzato per gli italiani nelle spese quotidiane, da effettuare sia online che in presenza nei vari punti vendita sul territorio. La Postepay garantisce alti livelli di sicurezza per tutti i suoi clienti, ma in alcuni casi i tentativi di phishing effettuati via SMS o mail potrebbero mettere in seria difficoltà il pubblico.

 

Postepay, quali i pericolo per i clienti con le truffe mail e SMS

Così come capita agli istituti bancari, anche i clienti di Postepay sono esposti ad una serie di SMS mail spam. I malintenzionati inviano sulle mail o sugli smartphone delle possibili vittime comunicazioni di grande impatto, il cui oggetto spazia tra la chiusura dei conti Postepay alla fatturazione di acquisti non realmente sostenuti.

Come per gli altri canali di credito in Italia, anche in tali occasioni, gli obiettivi dei truffatori sono molteplici. In alcuni casi, gli utenti cercano di accedere ai dati personali del pubblico. Ovviamente questi dati saranno poi rivenduti per degli scopi promozionali a call center o altre agenzie.

Il secondo pericolo è certamente più complesso per i clienti di Postepay, dato che riguarda i risparmi del pubblico. In alcuni casi, infatti, i malintenzionati riescono anche ad accedere, proprio attraverso tali link, alle credenziali home banking, con conseguente rischio per il credito depositato sulle carte ricaricabili.

Per distinguere una mail fake da una originale, è necessario verificare il dominio della posta: solo se corrispondente a quello ufficiale di Poste Italiane, la mail sarà attendibile. Per gli SMS è invece necessario contattare il servizio assistenza Postepay.