Huawei, HarmonyOS, EMUI 11, GMS, HMS

Il 2 giugno sarà un giorno rivoluzionario per Huawei. Il produttore passerà definitivamente al nuovo sistema operativo proprietario chiamato HarmonyOS. Il cambiamento sarà sostanziale e permetterà la creazione di un ecosistema profondamente integrato, molto più di quanto non fosse la EMUI 11.

A poche ore dal keynote di lancio, è emerso nuovo documento che permette di scoprire i piani dell’azienda. Infatti, il produttore lancerà dei nuovi device che potranno contare su HarmonyOS in maniera nativa ma non solo.

Huawei ha intenzione di aggiornare anche molti dei device lanciati nel corso degli anni. Durante la conferenza verrà confermato che i flagship delle passate generazioni potranno essere aggiornati. In particolare, ci saranno vari fasi e la prima includerà i seguenti dispositivi:

  • Mate 40 Pro
  • Mate 40 Pro+
  • Mate 40 RS
  • Mate X2
  • P40
  • P40 Pro
  • P40 Pro+
  • Nova 8
  • Nova 8 Pro
  • MatePad Pro

 

Huawei aggiornerà tantissimi device ad HarmonyOS

Nonostante l’elenco possa sembrare corposo, i device in questione saranno solo i primi ad essere aggiornati. Infatti, Huawei potrebbe rilasciare l’update ad HarmonyOS anche su Serie P30, Serie Mate 30, Serie Nova 7, Serie Nova 6 e Serie Nova 5.

Il produttore aggiornerà anche i tablet appartenenti alle famiglie MatePad, MatePad Pro e MatePad M6. Infine, non saranno esclusi gli smartwatch con l’intera serie di device Watch GT 2.

Il roll-out sarà graduale e arriverà a coinvolgere tutte le famiglie di dispositivi. Come si può notare, l’impegno di Huawei è massiccio per cercare di portare HarmonyOS su tutti questi device nel più breve tempo possibile.

Al momento non si conoscono le tempistiche ufficiali per l’aggiornamento dei singoli dispositivi, ma siamo certi che verranno rilasciate maggiori informazioni durante l’evento che si terrà tra poche ore.