google-foto-strumento-risparmiare-spazio

Google Foto sta introducendo un nuovo strumento per eliminare immagini sfocate, screenshot dimenticati e video di grandi dimensioni. Nel frattempo, il servizio di foto su cloud si prepara ad eliminare la sua opzione di caricamenti illimitati gratuiti. Dopo aver introdotto il servizio con la promessa di archiviazione cloud illimitata, a partire dal 1° giugno 2021 tutto cambierà.

Gli utenti non riceveranno più spazio di archiviazione gratuito di Google Foto a condizione che siano disposti ad affidare le proprie immagini e i propri video alla compressione “Alta qualità” dell’azienda. Google ha annunciato il cambiamento nel novembre 2020, ammettendo che l’abbonamento per lo spazio di archiviazione era una necessità per garantire che il servizio fosse autosufficiente.

Google Foto: dal 1° giugno 2021 tutto cambia

Anche se questo potrebbe essere un buon motivo, non sorprende che l’annuncio non sia stato accolto molto bene dagli utenti. Con l’avvicinarsi della scadenza per i nuovi caricamenti con limiti di archiviazione dell’account, Google offre ora uno strumento che aveva giá promesso in passato.

Fondamentalmente, è un modo automatico per filtrare i tuoi caricamenti e scegliere le immagini e i video che potresti non voler conservare. Potrebbero essere foto sfocate, screenshot che non intendevi conservare o video lunghi che occupano più spazio di quanto pensi.

É interessante notare che i dati sui piani di archiviazione a pagamento di Google possono anche essere condivisi con altri membri della famiglia, il che potrebbe rendere un po’ più facile supportare i costi. I file esistenti di “alta qualità” già caricati su Google Foto prima del 1° giugno non verranno conteggiati.