telegram-web-app-smartphone-desktop-pce Come vanno i numeri di Telegram in Italia? Piuttosto bene rispetto ad un 2020 decisamente fiacco. Complice la scivolata di WhatApp e l’entusiasmo sempre più intenso di utenti pronti a scoprire le innumerevoli funzioni, l’app di Pavel Durov si guadagna il favore di molti aggiungendo sempre maggiore risalto alla sicurezza ed all’esperienza utente in generale. Eppure esiste una funzione killer inserita come extra che potrebbe annullare l’account senza far sospettare nulla. Massima attenzione.

 

Telegram: tanti profili cancellati senza un apparente motivo

Il motivo apparentemente addotto alla cancellazione Telegram non esiste eppure in tanti non si sono accorti di una sorta di clausola applicativa che rischia di portare via file importanti, chat ed altri elementi collezionati nel tempo con la user experience. Con il trasferimento in massa verso l’applicazione è necessario prendere coscienza di una verità assoluta: possiamo perdere l’account da un momento all’altro. Come? Scopriamolo subito.

Per venire a capo della questione dobbiamo scomodare un’opzione visibile all’interno del menu Impostazioni sotto la voce Privacy e quindi Sicurezza. A questa sezione è evidente la presenza di uno strumento denominato “Elimina il mio account“. Un click e tutto viene irrimediabilmente perso per sempre. Subito dopo un’altra dicitura indica la presenza di un’opzione a selezione multipla relativa alla possibilità di un annullamento automatico dell’account.

Entrando nel dettaglio si scopre infatti che l’auto-cancellazione è possibile per prolungati tempi di inattività online. Si va da un mese ad un anno con la perdita consequenziale di tutto ciò che è collegato al nostro profilo personale. Impossibile recuperare successivamente le conversazioni ed i documenti inviati e ricevuti. Come prassi, infatti, Telegram non conserva nulla sia in locale che sul server. Fate attenzione. Prima di pensare di non usare l’app per tanto tempo fare una copia di ciò che è necessario.