auto-elettriche-carne-cruda-stazioni-ricarica

L’odio è un sentimento intrinseco dell’uomo. Se esiste qualcosa amato dalla maggior parte delle persone, ci sarà comunque qualcuno pronto ad odiare quella cosa nello specifico. Un esempio sono le auto elettriche. Apparentemente in molti le odiano, ma il sentimento è così forte che non si limitano a non usarle, ma anche a danneggiarle direttamente o qualsiasi cosa collegata ad esse.

Un esempio? Gli attacchi alle stazioni di ricarica per le auto elettriche. Tesla sono anni che combatte contro questo genere di vandalismo. A questo giro non si parla della compagnia statunitense però. In Germania si stanno registrando sempre più casi di attacchi con la carne cruda e stanno facendo parecchi danni.

Il sentimento anti-auto elettriche sta portando qualcuno ha infilare della carne cruda nelle stazioni di ricarica. Nello specifiche, la stanno infilando nei connettori delle stazioni e questo le rende inutilizzabile in quanto il materiale finisce in profondità; simile a quando si infila nella polvere nella porta USB del telefono e la ricarica non parte, solo che la carne fa molti più danni.

 

Auto elettriche: l’attacco alle stazioni di ricarica

A Monaco in Germania questo genere di attacchi sta diventano sempre più frequente e al momento non hanno ancora scoperto chi è stato. Probabilmente si tratta di una persona o di un piccolo gruppo, ma se iniziasse a venire emulato, tutte le città tedesche e non solo potrebbero iniziare ad avere sempre più problemi. Questo è danno economico per chi gestisce le stazioni, ma diventa un problema pesante per chi guida effettivamente le auto elettriche. Se tutte le stazioni vengono messe fuori uso, guidarne uno diventa difficoltoso.