Rete 4G

Tutti noi amiamo i nostri dispositivi. Smartphone, tablet e pc sono ormai diventati veri e propri compagni di vita. Negli ultimi anni sono entrati in famiglia anche gli assistenti vocali tra i quali ricordiamo Google Home e Amazon Alexa, che risultano essere i più diffusi. Ovviamente tutti funzionano solo se connessi ad internet. Questo è il fatto! Non vogliamo creare allarmismi, né tanto meno spaventare nessuno. Tuttavia c’è un grave problema nella rete 4G e vogliamo dirvelo in tutta onestà. Ecco di cosa si tratta e se si potrà mai risolvere.

 

La rete 4G ha un serio problema e noi ve ne vogliamo parlare

Quanti ne hanno mai parlato in questi anni? Noi di Tecnoandroid spesso. In merito a che cosa? Al problema o, ancora meglio, alla vulnerabilità della rete 4G, più precisamente detta LTE, Long-Term Evolution. Sì perché ci sarebbe una falla al suo interno che mette in pericolo la sicurezza degli utenti di tutto il mondo.

Nessuno è escluso dalla “falla” della rete 4G. Secondo un report di Alter Attack, questa vulnerabilità sarebbe pericolosa perché sfrutta i tre protocolli della connessione. Questi riguardano:

  • connessione;
  • disconnessione;
  • scambio di informazioni.

 

Siamo tutti in pericolo?

In tutta onestà bisogna ammettere che, per quanto riguarda la falla della rete 4G, siamo tutti in pericolo. Potrebbe succedere ad ognuno di noi di trovarsi sotto attacco. A rischio sono tutte le informazioni e i dati personali di cui gli hacker vanno ghiotti. Ad ogni modo le probabilità di cadere vittima di questo attacco sono davvero ridotte.

Infatti in questi casi solitamente sotto il mirino dei cybercriminali ci sono quelle persone che suscitano particolare interesse. Ad esempio politici, giornalisti, autorità e forze speciali. Se un utente non fa parte di queste categorie può dormire sonni tranquilli, o quasi. La certezza non si può mai avere. Resta però ancora aperto un dubbio.

La falla LTE si potrà mai risolvere?

Molti si staranno domandando se questa falla LTE meglio conosciuta come rete 4G potrà mai essere risolta. Purtroppo no, il problema è irrisolvibile proprio perché sfrutta la debolezza insita nei processi base della connessione dati.

Comunque i ricercatori del progetto Alter Attack hanno provveduto ad informare le istituzione pertinenti. Alla fine un modo per risolvere la questione ci sarebbe ed è solo uno, si chiama rete 5G.

VIAVia