5G

Carenza di personale medico qualificato e lunga attesa prima di un’operazione sono solo alcuni fattori a cui sarà possibile dire addio. Molto infatti sarà praticato da remoto. Il futuro degli interventi chirurgici a distanza è il 5G.

Sfruttando questa tecnologia un team di medici a Pechino ha eseguito già tre interventi e sono andati tutti a buon fine. Ecco i dettagli e come la rete 5G sarà utile anche nella “nuova medicina connessa“.

 

Nuova medicina connessa: ecco come il 5G cambierà gli interventi chirurgici

Si può tranquillamente parlare di “nuova medicina connessa”. In sostanza, grazie alla connessione rete 5G, qualsiasi ospedale dotato di macchinari idonei e gestibili da remoto, può praticare interventi su pazienti senza essere effettivamente in presenza.

Lo ha fatto un’equipe di medici di Pechino che ha sottoposto a intervento chirurgico oculistico tre pazienti. La particolarità è che questi ultimi si trovavano nella regione autonoma dello Xinjiang Uygur, in Cina nordoccidentale. In altre parole a circa 3.000 km di distanza. Ad ogni modo la lontananza non è stato un problema. Grazie al 5G i medici hanno potuto tranquillamente operare.

Chen Youxin, primario del reparto di oftalmologia del Peking Union Medical College Hospital (PUMCH) ha dichiarato: “Le operazioni sono state un grande successo“. Possono essere felici i tre pazienti che ora non avranno più problemi di vista. Ma come è possibile operare a distanza grazie alla rete 5G?

 

Come è possibile operare a distanza

È lo stesso Chen a raccontare i passaggi che hanno portato all’intervento e che così descritti non appaiono poi tanto trascendentali. Una volta ricevuta dall’ospedale locale, dove erano ricoverati i tre pazienti, le immagini del fondo oculare, a Pechino l’equipe si è messa al lavoro.

Predisposti tutti i programmi chirurgici dell’intervento per ognuno dei tre pazienti, di cui due anziani, il resto lo ha fatto il 5G. Una volta inviati tutti i dati, il macchinario presente all’ospedale di Tumxuk ha eseguito i tre interventi chirurgici in completa autonomia.

Ciò permetterà ai medici locali di poter operare guidati da quelli più esperti e capaci anche se lontani. Così sarà possibile sopperire alla carenza di medici oftalmologi in Cina. Tutto questo grazie alla tecnologia 5G che sta cambiando tante altre realtà.

VIAVia
Osvaldo Lasperini
Instancabile sognatore che ama navigare nel mare delle parole. L'arte dell'ascoltare è il primo segreto per scrivere. L'altro è l'io da accogliere per crescere.