apple, apple store, coronavirus, COVID-19, francia

La Francia si appresta ad entrare nella terza fase di lockdown duro e per questo il Governo nazionale ha deciso di applicare regole più rigide rispetto a quelle precedentemente in vigore. Per rispettare le nuove normative, Apple ha annunciato la chiusura dei venti Apple Store presenti sul territorio francese.

L’obiettivo dell’azienda di Cupertino, come sempre in questi casi, è quello di salvaguardare la sicurezza dei propri dipendenti e dei clienti. Per questo motivo, tutti i negozi attivi in Francia verranno chiusi senza eccezioni. Si tratta di un cambiamento importante in quando Apple ha modificato totalmente l’approccio avuto fin’ora.

Prima della conferma ufficiale arrivata in queste ore, otto Apple Store francesi sono rimasti aperti in quanto classificati come negozi essenziali. Tra questi figuravano gli esclusivi punti vendita Champs-Élysées, Opéra e Marché Saint-Germain. Gli otto negozi sono stati completamente operativi fin dallo scorso marzo.

Apple chiude tutti gli Apple Store in Francia

Tuttavia, a partire dal 3 aprile, tutti gli Apple Store chiuderanno a tempo indeterminato. Possiamo affermare che è la prima volta che il produttore di Cupertino interviene in maniera così drastica con i propri punti vendita in Francia.

Certamente, sulla decisione ha influito la situazione pandemica nel Paese. La Francia ha registrato oltre 100.000 morti per Coronavirus da quando la pandemia è iniziata. Il presidente francese Emmanuel Macron ha voluto allentare la pressione sul Sistema Sanitario Nazionale con un nuovo lockdown, promettendo che sarebbe stato l’ultimo.

Resta da capire come l’azienda delle Mela si comporterà con gli ordini in sospeso. Gli utenti hanno tempo fino al 3 aprile per recuperare eventuali pacchi presenti negli Apple Store. Se non dovessero riuscirci probabilmente dovranno aspettare fino ad una data da determinarsi.