1-marzo-regioni-zone-arancioni

A partire da domani lunedì 1 marzo 2021 alcune regioni d’Italia torneranno ad essere zona arancione. Questo è quanto deciso in seguito alla situazione piuttosto complicata e allarmante riscontrata durante gli ultimi giorni. Soltanto ieri, infatti, sono stati registrati 20 mila nuovi contagi in tutto il paese e 308 morti. Oltre a questo, vi è poi il timore per l’avanzare della variante inglese del Coronavirus.

 

Ecco quali regioni italiane torneranno zone arancioni a partire da domani lunedì 1 marzo 2021

In seguito all’ultimo monitoraggio della Cabina di regia riguardanti la settimana dal 15 al 21 febbraio, è stato quindi deciso il passaggio a zona arancione per alcune regioni italiane. Nello specifico, le regioni coinvolte sono tre, ovvero Lombardia, Piemonte e Marche. Situazione ancora più drammatica per la regione Basilicata, che da lunedì passerà direttamente a zona rossa con lockdown.

Nonostante questo, la Sardegna è invece l’unica regione italiana a passare in zona bianca. Di conseguenza, da lunedì potranno riaprire attività come le palestre e i cinema.
Questi sono i cambiamenti più importanti che vedremo a partire da domani. Tuttavia, non bisogna dimenticare che la situazione è piuttosto preoccupante anche per altre regioni e comuni italiani che sono ancora a rischio zona arancione e addirittura rossa.

L’Abruzzo, ad esempio, è attualmente zona arancione ma alcune province, come Chieti e Pescara, sono in zona rossa. In Emilia Romagna, invece, alcuni comuni si tingeranno di arancione scuro a partire dal 2 marzo. Qui, in particolare, le scuole resteranno chiuse e gli spostamenti saranno vietati anche all’interno del proprio Comune, salvo eventuali motivi di necessità.

Articolo precedenteVolkswagen ID. BUZZ sarà la prima vettura dell’azienda con guida autonoma
Articolo successivoPolmone verde d’Europa sempre più vulnerabile: la colpa è del riscaldamento globale
Anna Lisa Ferilli
Grande appassionata di smartphone e tecnologia, attualmente sono editor presso www.tecnoandroid.it. Sono inoltre iscritta presso Università del Salento per conseguire la laurea magistrale in Lingue moderne, letterature e traduzione.