facebook-bars-tiktok-rapper-applicazione

Facebook, nonostante tutte le polemiche, tutti i passi falsi e la concorrenza che negli anni è aumentata, è riuscito comunque di rimanere a galla. Gli utenti della piattaforma continuano a rimanere centinaia di milioni in tutto il mondo e per alcuni di questi rimane anche il principale mezzo di connessione al mondo. Il motivo del successo rimane nel riuscire a reinventarsi, nel copiare gli altri e o nell’acquisire gli altri.

In questo caso si tratta di nuovo di un tentativo di plagio, ma cercando di aggiungere del suo. Apparentemente vuole di nuovo provare a copiare TikTok, ma in modo diverso rispetto a quanto fatto con Instagram. Il nuovo progetto si chiama BARS e al lavoro c’è la divisione di ricerca e sviluppo di Facebook, il team NPE.

Un aspetto particolare su questo prodotto è che non è dedicato a tutti, anzi. È pensato solo per gli aspiranti rapper. Gli viene permesso di avere un nuovo tipo di palcoscenico dove esibirsi avendo accesso a effetti musicali che di solito si possono avere solo negli studi professionali.

 

Facebook ci riprova con TikTok

Un altro aspetto dell’applicazione è la presenza di filtri audio e video e di un potente sistema di sintonizzazione automatica. In sostanza, l’obiettivo di fornire tutto il necessario a questi artisti e aspiranti artisti per spiccare in un settore particolarmente concorrenziale, ma sicuramente redditizio.

Il discorso è proprio questo, fare profitto. L’idea di Facebook è prendere gli aspetti positivi di TikTok e convogliarli per creare qualcosa di specifico è in grado di lanciare potenziali nuovi artisti che nel momento in cui diventeranno famosi porteranno sicuramente qualcosa nelle tasche del social network. Al momento l’app è in fase beta per gli iPhone e per usarlo c’è una lista di attesa in cui bisogna lasciare il proprio nominativo per sperare di usarla.