google stadiaIl mese di febbraio incomincia subito con delle difficoltà per quanto riguarda Google Stadia. Sembra, infatti, che gli studi di sviluppo stiano ufficialmente chiudendo. In seguito ad un comunicato di Google, questa è una notizia davvero disastrosa che in realtà ha il sapore di cambio di programma totale da parte del colosso di Mountain View.

Secondo quanto riportato da Kotaku, tutti i dipendenti verranno spostati in nuovi ruoli per spostarsi verso nuovi lavoro. Dopo questa spaccatura, anche Jade Raymond (director di Assassin’s Creed) ha lasciato l’azienda creando una sua casa di sviluppo, dove sta cercando dei nuovi talenti.

Google Stadia e Stadia Pro rimarranno comunque sempre operative. Google ha infatti affermato: “Puoi continuare a giocare a tutti i tuoi giochi su Stadia e Stadia Pro e continueremo a portare nuovi titoli di terze parti sulla piattaforma

 

 

 

Google Stadia: la chiusura è una notizia che sorprendere tutti

Siamo impegnati per il futuro del cloud gaming e continueremo a fare la nostra parte per far avanzare questo settore. Il nostro obiettivo rimane concentrato sulla creazione della migliore piattaforma possibile per i giocatori e la tecnologia per i nostri partner, dando vita a queste esperienze per le persone, ovunque“. Sembra quindi che il prossimo intento di Google sarà quello di andare a migliorare sempre di più la tecnologia di streaming e iniziare nuove collaborazioni con gli studi di terze parti.

Chiaramente, la notizia fa molta risonanza, ma è anche vero che gli studi nell’ultimo anno non hanno potuto realmente mettere in campo le loro potenzialità, con il servizio di Google che aveva la necessità di cambiare marcia per riuscire a resistere nel mercato videoludico nonostante le varie difficoltà del caso, considerando anche la prossima mossa di Amazon Luna e l’arrivo di XCloud.