Il social network TikTok ha da qualche ora deciso di modificare alcune regole basi che vigono tra i profili presenti sulla propria piattaforma, in seguito alla esponenziale crescita di account di persone che hanno meno di 16 anni.

La piattaforma in questione infatti, è utilizzata tantissimo da minorenni, alcuni dei quali non hanno ancora compiuto 16 anni. Per questo motivo che il colosso ha deciso di “tutelarli”. Scopriamo come.

 

 

TikTok inserisce alcune regole fondamentali per gli Under 16

Anche TikTok corre ai ripari: ora tutti contenuti dei profili degli utenti minori di 16 anni non sono visibili se non si è nella cerchia di amici. E in ogni caso i video non si possono scaricare sul proprio telefono a meno che il minore in questione non lo consenta. “Così la piattaforma vuole rendere la fascia più giovane dei suoi utenti maggiormente consapevole sul tema della privacy online”, recita il comunicato della compagnia cinese.

Più precisamente, l’algoritmo non consiglierà più i profili di chi ha fra i 13 e i 15 come quelli da seguire. Stop anche ai “duetti” e alla funzione “stitch”, per elaborare video fatti da altri, sempre se si è minori di 16 anno o si vuol mettere mano ad un contenuto di un minore di 16 anni. Addio alle baby star quindi. Si salva Charli D’amelio per un soffio, ma non altre come Jajaiah che sono più piccole.

Ecco la dichiarazione di Alexandra Evans, a capo del dipartimento europeo per la sicurezza dei minori del social network: “Si tratta di garantire che TikTok rimanga una piattaforma sicura per tutti i nostri utenti. Le novità si basano su ulteriori modifiche apportate in precedenza per promuovere la sicurezza, inclusa la limitazione della messaggistica diretta e delle dirette streaming per gli account di minori di 16 anni. A queste si aggiunge, la possibilità per genitori e tutori di impostare barriere di protezione per i profili dei propri ragazzi tramite il Collegamento Famigliare“.