In occasione del Consumer Electronics Show di quest’anno, Fossil ha presentato il suo primo smartwatch LTE, grazie al quale sarà possibile gestire le chiamate telefoniche, messaggi e notifiche in modo completamente autonomo, senza – dunque – dover necessariamente portarsi dietro lo smartphone.

Fossil lancia il suo primo smartwatch LTE con WearOS

Disponibile in primavera per il mercato statunitense, il nuovo Fossil Gen 5 LTE supporta il 4G di Verizon ed è alimentato dal SoC Qualcomm Snapdragon 3100. Questo dispositivo è disponibile esclusivamente per gli utenti Android, che potranno sperimentare la connettività 4G attraverso la funzionalità “Condividi Numero”.

Con un piano dati aggiuntivo, Condividi Numero consente di sincronizzare lo smartphone e lo smartwatch dell’utente allo stesso numero di telefono. In questo modo, quando sei lontano dal tuo telefono o dal WiFi, continuerai a ricevere chiamate e notifiche sullo smartwatch: è necessario solo un segnale LTE. Fossil Gen 5 LTE viene infatti fornito con un modem 4G LTE integrato nella piattaforma Snapdragon Wear e supporto eSIM.

Le altre funzionalità di Fossil Gen 5 includono:

  • Speaker impermeabile, per rispondere alle chiamate telefoniche, ascoltare la musica ed interagire con Google Assistant anche mentre si è in acqua.
  • 8 GB di memoria per scaricare le proprie app preferite da Google Play Store ed archiviare canzoni.
  • Diverse modalità batteria, tra cui la modalità “Estesa“, che offre solo funzionalità essenziali per una più lunga autonomia con una singola carica; oppure la modalità “Personalizzata“, che permette a ciascun utente di rendere disponibili o meno determinate funzionalità.
  • Monitoraggio della frequenza cardiaca e del sonno, connettività NFC, GPS integrato, sensore di luminosità ambientale, giroscopio e accelerometro.

Fossil Gen 5 sarà disponibile in primavera negli Stati Uniti a 349 dollari.