Banconote preziose: ecco perché controllare sempre i 5, 10 e 100 euro

Avete voglia di scoprire se siete fortunati? Bene, aprite il vostro portafoglio e la vostra cassaforte, dopodiché armatevi di tanta pazienza ed iniziate ad analizzare ogni banconota. Fate ben attenzione però, perché la maggior parte delle banconote preziose nasconde l’errore che le rende uniche e costose. Noi di Tecnoandroid vi forniremo una guida per non farvele scappare.

 

Banconote preziose: non fatevi sfuggire le più rare

Dopo questo incipit, vi consigliamo di controllare sempre le monete che vi capitano tra le mani, perché possono davvero essere banconote preziose. Come riconoscerle? Non proprio semplice, ma nemmeno impossibile!

50 euro: la carta da 50 euro si differenzia dalle altre per un errore sul filo di sicurezza. Questo lo si può tranquillamente notare in controluce, in quanto, anziché 50 euro troverete scritto 100 euro. Il suo valore è di 350 euro. La sua reperibilità è piuttosto difficile, in quanto la Banca d’Italia li ha ritirati.

100 euroanche in questo caso i reperti sono introvabili. Le banconote da 100 presentano un errore di taglio e valgono tra i 300/350 euro.

5 euro: inoltre esistono delle banconote da 5 euro con numeri di serie particolari che possono raggiungere i 100 euro. In tal caso controllate le prime sei cifre e la lettera che indica lo Stato di emissione (per quel che riguarda l’Italia è la lettera S).

È chiaro che, se la moneta dovesse presentare graffi o segni del tempo, non verrà valutata per il suo valore.

Generalmente le banconote preziose sono quelle con il numero di serie formato da cinque cifre uguali, e che risulta dunque uguale in qualsiasi senso venga letto. Ma anche banconote con almeno quattro numeri consecutivi, banconote poker, che abbiano quattro numeri uguali e infine quelle che abbiano il numero di serie composto solo da 0, 1 e 2.