Noi tutti negli ultimi giorni abbiamo sicuramente sentito di quanto accaduto ad Ho. Mobile, la nota azienda di telefonia è infatti stata vittima di un crimine informatico che ha portato alla sottrazione dei dati inerenti a due milioni di utenti, nel dettaglio parliamo di anagrafiche, numeri di telefoni e indirizzi e-mail, dati sensibili importanti, che nelle mani sbagliate potrebbero portare ad alcuni problemi.

Partiamo parlando dei rischi che ora gravano su coloro che fanno parte del database rubato, i dati sono andati, c’è poco da fare, saranno finiti già in vendita nel dark web o nelle mani di qualcuno interessato, ora bisogna fare una disamina di ciò che può succedere in base ala natura dei dati compromessi, parliamo nel dettaglio di dati anagrafici e numeri di telefono annessi, il teatro di possibilità è vario, un malintenzionato con la nostra identità può fingerci noi e avviare alcuni processi di registrazione su varie piattaforme, il che di per se per fortuna non costituisce una grande male, dal momento che passandoci di mezzo l’email, il messaggio di conferma arriverà al legittimo proprietario, il quale ovviamente potrà bloccare il tutto e attivarsi di conseguenza.

I veri problemi, nascono con il furto del numero di telefono e precisamente del codice seriale della SIM, tramite questi dati infatti, un malintenzionato, potrebbe avviare in segreto un processo di portabilità del numero, cosa che tra l’altro in Italia è relativamente semplice, arrivando così a creare un clone legale della SIM che gli consentirebbe con un cellulare qualsiasi di monitorare tutto il traffico telefonico a voi intestato, SMS, WhatsApp e anche le autenticazioni a due fattori necessarie o per accedere o per registrarsi sulle maggiori piattaforme, un rischio decisamente importante.

Cosa fare ?

In merito alla questione dati anagrafici c’è poco da fare, sono andati e ovviamente non si possono cambiare, bisogna nel caso a maggior ragione prestare attenzione a quanto giunge ai nostri occhi.

Arriviamo ora invece alla questione legata al numero di telefono, in questo caso, vi suggeriamo, così come fatto dall’azienda viola, di procedere al cambio della SIM con portabilità, dal momento che per effettuarla, sia legalmente che non, il codice seriale della SIM è indispensabile, cambiandolo passando ad un’altra scheda, impedirà qualunque azione illegale ai malintenzionati.

In tutto ciò, tenete anche gli occhi aperti in merito ad una possibile azione verso Ho. Mobile stessa, la quale è sicuramente vittima, ma potrebbe essere anche concorrente, le colpe a suo carico potrebbero essere una protezione dei dati troppo debole, una gestione non adatta degli stessi datigli da noi in gestione al momento della stipulazione del contratto, sicuramente vittima ma forse, un po’ indirettamente carnefice di se stessa.