canone raiIl canone Rai 2021 inizierà ad essere addebitato a breve nelle bollette dell’energia elettrica di milioni di famiglie sparse sul territorio nazionale, a partire dalla prossima mensilità, la maggior parte di noi sarà costretto a pagarlo, ma esistono categorie che possono effettivamente richiedere l’esenzione.

Di base, è importante saperlo, tutti noi possiamo richiederla dal sito dell’Agenzia delle Entrate, dichiarando apertamente di non possedere un televisore, poiché la tassa viene applicata sulla presunzione di possesso (dato che di base non è verificabile, se fisicamente). Ciò sta a significare che se non avete in casa una TV, potete richiedere l’esenzione.

Gli altri utenti che rientrano nella categoria di “fortunati”, sono gli over 75, con un reddito famigliare inferiore agli 8000 euro (annui), e nel cui Stato di Famiglia non rientrano altre persone con un proprio reddito (ovvero hanno uno stipendio, ad esclusione dei collaboratori domestici).

 

Canone Rai 2021: come e quando richiedere l’esenzione

Se rientrate nelle suddette categorie, dovete comunque richiedere l’esenzione, la procedura non è per nulla automatica, sebbene ne abbiate effettivamente diritto. Dovete scaricare la modulistica direttamente dal sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate, compilarla e ri-consegnarla per via telematica (potete fare affidamento sugli enti preposti).

La data limite per non pagare tutto il 2021, è il 31 gennaio 2021; ogni domanda presentata successivamente verrà evasa a partire dal 1 luglio, ciò sta a significare che potrete risparmiare solamente sul 50% del canone Rai 2021, le prime 5 rate vi verranno addebitate, per un totale di 45 euro (ricordiamo che anche quest’anno il costo totale della tassa corrisponde a 90 euro).

Tutte le informazioni sono sul sito dell’Agenzia delle Entrate.