servizi vasNegli ultimi anni i servizi VAS sono diventati un vero e proprio incubo per i consumatori Italiani. Spesso, di fatto, noi utenti tendiamo a non essere troppo attenti ai piccoli inganni, cadendo quindi nelle molteplici trappole che ci vengono rifilate. In alcuni casi, però, può capitare che le varie compagnie si ritrovino ad essere complici di terze parti il cui unico scopo è quello di sottrarci denaro. Da un momento all’altro, dunque, a causa di questi piccoli inganni ci ritroviamo inaspettatamente abbonati a dei servizi di cui ignoravamo l’esistenza. Al fine di evitare perdite di denaro, scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguardo.

Servizi VAS: cosa sono e come evitarli

L’attivazione dei servizi VAS, ovvero tutti quei servizi non richiesti come abbonamenti a giochi online, riviste digitali, oroscopo e tanto altro ancora, è molto semplice: basta infatti cliccare per sbaglio in un punto qualunque di una pagina sospetta ed in pochi secondi questi ultimi vengono attivati sulla nostra utenza. Sin dal primo istante, dunque, ci ritroviamo a pagare abbonamenti mai richiesti il cui costo spesso supera i 5 euro settimanali. 

Cosa bisogna fare quindi per evitare di cadere in inganno? Innanzitutto bisogna riporre molta attenzione nelle proprie azioni. Evitate quindi di recarvi su siti web di dubbia provenienza. Nel caso in cui questi abbonamenti vengano però ugualmente attivati, la prima cosa da fare e contattare immediatamente il vostro operatore. Attraverso gli appositi numeri, quindi, non dovrete far altro che richiedere la disattivazione di tutti i servizi attivi ed il rimborso totale della cifra truffata. Nel caso sia possibile, inoltre, è consigliato richiedere il blocco totale di tutti questi servizi.

Alessandro Caperchio
Alessandro Caperchio è un laureando in informatica e iscritto all'università Federico II di Napoli. Appassionato fin da giovane del mondo della tecnologia, durante la sua adolescenza dedica tempo e interesse nell'apprendere diversi linguaggi di programmazione e lingue diverse. Oggi, grazie alla sua esperienza acquisita presso la Apple Developer Academy, Alessandro è un ragazzo che ama il mondo delle mobile App.