Il colosso cinese Xiaomi è in continua espansione, a dimostrarlo è stato il raggiungimento dei 100 miliardi di dollari di capitalizzazione in dollari americani.

Ad annunciarlo è stata la società stessa, il valore delle azioni è salito a 31,90 dollari di Hong Kong, che moltiplicato per il numero di azioni disponibili sul mercato significa 775,6 miliardi di dollari di Hong Kong. Ecco maggiori dettagli.

 

Xiaomi raggiunge i 100 miliardi di dollari di capitalizzazione

Al cambio attuale corrispondono a 100,04 miliardi americani – o a 82,01 miliardi di euro. Il valore delle singole azioni è cresciuto di ben il 180% in tutto l’anno in corso. Scopriamo insieme maggiori dettagli. Il traguardo viene raggiunto a circa due anni di distanza dalla quotazione in borsa di quella che una volta definivamo la più grande startup al mondo – una IPO da oltre 54 miliardi di dollari.

È pazzesco pensare che tutto questo sia nato da una “banale” custom ROM per dispositivi Android. Nel corso del 2020, Xiaomi ha inaugurato una nuova strategia “Smartphone x AIoT” che ha comportato massicci investimenti e, secondo la società, il mercato sta apprezzando sempre di più. Nel terzo trimestre dell’anno la società ha spedito ben 46,6 milioni di smartphone, piazzandosi quindi nella top 3 globale, e il numero di dispositivi IoT connessi ha raggiunto quota 289 milioni, il che significa una posizione di leadership assoluta.

Non possiamo che attenderci una maggiore crescita per il prossimo trimestre e, in generale, per l’anno che sta per iniziare. Non ci resta che attendere per scoprirlo, sicuramente vi terremo aggiornati sulle novità.