Sky: nuovi prezzi low cost sugli abbonamenti, si parte da 20 euro con una TV in regalo

Una grande rivoluzione è attesa per il prossimo anno in campo televisivo. Proprio in questi mesi, infatti si assegnano i diritti tv per le competizioni sportive più seguite dagli italiani: la Serie A ed ovviamente la Champions League. Se il bando per le partite della Serie A partirà a breve, già si è risolta la disputa per la Champions League. Per Sky, attuale detentore dei diritti in esclusiva, non ci sono buone notizie.

 

Sky, dal 2021 non ci sarà più esclusiva assoluta per la Champions

In base all’unico pacchetto acquisito, la pay tv satellitare potrà garantire la trasmissione in esclusiva di soli 104 match. Dal ticket saranno escluse una partita per ogni matchday, al martedì ed al mercoledì. Queste partite escluse coincidono anche con i big match di giornata.

A coadiuvare Sky nella trasmissione della Champions League per il prossimo triennio ci sono Amazon e da Mediaset. La grande e vera sorpresa del bando è Amazon che si porta a casa 16 match in esclusiva (una partita a turno ogni mercoledì dai giorni alla semifinale). Per Mediaset invece ci sono i 16 big match del martedì ed anche la finale in esclusiva.

Per ottenere il pacchetto delle 104 partite, Sky ha battuto un’offerta competitiva di DAZN. A breve, la pay tv potrebbe far partite le trattative con Amazon e Mediaset per una possibile condivisione degli attuali pacchetti. Tuttavia, le contrattazioni – specialmente con Amazon – sembrano in salita. Il colosso americano ha già annunciato di voler trasmettere in esclusiva assoluta le sue 16 partite di Champions sul portale Prime Video.