biologiaNuova importante scoperta nel campo della biologia; gli scienziati hanno infatti individuato un nuovo processo cellulare mai riconosciuto fino ad oggi. Questo nuovo processo permette la copia del materiale genetico, nello specifico riguarda la fase di trascrizione dell’espressione genetica, che permette la nascita e lo svolgimento dei compiti a cui le cellule sono preposte.

Quando inizia la trascrizione cellulare l’enzima RNA polimerasi si avvolge introno al DNA; grazie a questo processo viene copiato il materiale genetico. Questo RNA permette la produzione di proteine essenziali alla vita e che operano prevalentemente all’interno delle cellule. Una scoperta che potrebbe portare portare importanti novità alle ricerche sulla biologia e più in generale sul funzionamento del codice genetico.

Biologia: un processo cellulare mai visto prima d’ora

 

La ricerca, pubblicata su Science, stabilisce come agisce l’RHO, una proteina batterica conosciuta da più di 50 anni; la funzione di questa proteina è quella di interrompere la trascrizione del materiale genetico. Fino a prima della ricerca si pensava che l’enzima si attaccasse ad una parte ben precisa dell’RNA e lo mutasse a distendersi dal DNA; questa nuova scoperta dimostra invece che RHO si faccia trascinare durante tutto il processo di trascrizione e che attraverso alcuni cambiamenti cellulari passi ad uno stato di inattività che permette il rilascio dell’RNA.

Grazie all’ausilio di particolari microscopi i ricercatori sono stati in grado di osservare il comportante dell’RHO. A tal proposito Artsimovitch, autore della ricerca, ha dichiarato: “Questa è la prima struttura di un complesso di terminazioni in qualsiasi sistema e doveva essere impossibile da ottenere perché cade a pezzi troppo rapidamente“.