contatori

La truffa dei contatori modificati continua a dilagare in tutto il paese, tanto da spingere le principali aziende che operano nel settore ad adottare dei nuovi sistemi per identificare i più furbi. Come ben sappiamo, infatti, utilizzare magneti e punzonatori per manomettere i contatori di casa è in assoluto una pratica del tutto illegale. I truffatori, di fatto, rischiano dai sei mesi ai tre anni di reclusione e ben 1032 euro di multa.

Per evitare la diffusione di queste truffe ed aiutare le famiglie maggiormente in difficoltà, di recente il nostro Governo ha introdotto alcuni bonus molto interessanti. Tra questi, dunque, è presente anche il Bonus Luce e Gas, il quale permette agli Italiani di risparmiare oltre 200 euro in bolletta. Scopriamo di seguito maggiori dettagli a riguardo.

Contatori Modificati: risparmiare evitando la truffa è ora possibile

Come abbiamo appena accennato, circa 2 milioni di famiglie Italiane hanno la possibilità di richiedere il tanto atteso Bonus Luce e Gas. Per poter ottenere degli sconto in bolletta, basterà quindi collegarsi alla piattaforma ufficiale di ARERA, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, scorrere fino alla sezione dedicata e scaricare gli appositi moduli di richiesta. Ovviamente il bonus non destinato a tutti ma esclusivamente ai consumatori che rispettano i seguenti requisiti.

Bonus Gas

Per ottenere il Bonus Gas, i requisiti da rispettare sono i seguenti:

  1. nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro;
  2. famiglia con almeno 4 figli a carico e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;
  3. nucleo familiare titolare del Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza;
  4. misuratore gas di classe non superiore a G6 (la classe del misuratore è collegata alla quantità di gas che può essere trasportata in un punto di fornitura e distingue le utenza domestiche da quelle di tipo industriale o commerciale. Questo parametro viene verificato dal distributore).

Bonus Luce

Per richiedere invece il Bonus Luce bisognerà rispettare questi requisiti:

  1. appartenenza ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 8.265 euro;
  2. appartenere ad un nucleo familiare con almeno 4 figli a carico (famiglia numerosa) e indicatore ISEE non superiore a 20.000 euro;
  3. nucleo familiare titolare di Reddito di cittadinanza o Pensione di cittadinanza

Inoltre, nel caso in cui i requisiti siano rispettati, i consumatori potranno accedere ai seguenti sconti:

  • Numerosità familiare 1-2 componenti: € 125
  • famiglie da 3-4 componenti: € 148
  • nuclei familiari con oltre 4 componenti: € 173