Amazon e AppleAmazon e Apple hanno “eluso le loro responsabilità ambientali” per la crescente quantità di rifiuti elettronici. Questo quanto dichiarato da alcuni parlamentari negli ultimi giorni.

Un’indagine sull’e-waste condotta dal Comitato per il controllo ambientale (EAC) ha concluso che i giganti della tecnologia devono essere ritenuti più responsabili di ciò che accade ai prodotti quando i clienti li buttano via. Ogni anno nel Regno Unito vengono gettate via più di 150.000 tonnellate di rifiuti elettronici: computer, smartphone e altri dispositivi elettronici rotti o obsoleti.

“Per troppo tempo aziende come Amazon e Apple hanno eluso le proprie responsabilità ambientali per i prodotti che vendono. Troppi dispositivi hanno una durata di vita limitata e talvolta finiscono nei cassonetti, finendo in discarica o inceneriti“, dichiara Philip Dunne, presidente dell’EAC. “Non c’è alcuna possibilità che vengano recuperati metalli preziosi. Ciò potrebbe diventare rapidamente un enorme problema. Infatti, i materiali rari e in via di estinzione sono fondamentali per le energie rinnovabili come le turbine eoliche, i pannelli solari e le batterie delle auto elettriche“.

Amazon e Apple accusate da alcuni parlamentari: troppi rifiuti elettronici, poche misure preventive

I metalli preziosi presenti nei laptop e negli smartphone includono oro, argento e platino. Il valore stimato di tutti questi materiali all’interno dell’elettronica gettata via è di 62,5 miliardi di dollari all’anno. Il Regno Unito è responsabile della produzione della seconda più alta quantità di rifiuti elettronici pro capite al mondo, secondo un rapporto di Green Alliance. Solo la Norvegia genera più rifiuti elettronici. Anche se, il Regno Unito è in ritardo quando si tratta di riciclaggio. Si stima che circa il 40 per cento dell’elettronica scartata sia inviata all’estero.

Apple ha detto di essere “sorpresa e delusa” dal rapporto EAC, sostenendo che non riflette gli sforzi dell’azienda per conservare e riciclare le risorse. “Ci sono più opzioni per i clienti di permutare, riciclare e ottenere riparazioni sicure e di qualità che mai. La nostra ultima linea di Apple Watch, iPad e iPhone utilizza tutti materiale riciclato tra i componenti chiave”. Un portavoce di Amazon ha aggiunto: “Amazon si impegna a ridurre al minimo gli sprechi e ad aiutare i nostri clienti a riutilizzare, riparare e riciclare i loro prodotti. Forniamo una gamma di opzioni a cui chiunque può accedere facilmente tramite il sito web di Amazon Second Chance”.