Ferrari, SF90 Stradale, SF90 Spider, PHEV, EV

Dopo il debutto della Ferrari SF90 Stradale ecco arrivare un nuovo modello. Si tratta della SF90 Spider, la versione decappottabile della supercar del Cavallino. Come per la sorella SF90 Stradale, le prestazioni sono estreme nonostante i circa 100kg in più di peso dovuti al sistema di apertura del tettuccio.

Sulla SF90 Spider trova posto il powertrain ibrido plug-in sviluppato a Maranello che combina le prestazioni del motore termico a quelle dei tre motori elettrici. Lavorando in sinergia, tutti i motori sono in grado di sprigionare i 1000 cavalli complessivi di potenza. Questa valori permettono alla vettura di essere la spider più potente mai realizzata dal Cavallino Rampante.

Il motore endotermico è un V8 4.0 con doppio turbo in grado di raggiungere i 780 CV pari a circa 574 kW. Inoltre sono presenti due motori elettrici montati sull’asse anteriore e uno sull’asse posteriore che complessivamente offrono 220 CV. La potenza combinata permette uno scatto 0-100 in circa 2.5 secondi e 0-200 in appena 7 secondi.

Ferrari ha presentato la nuova SF90 Spider

Trattandosi di una vettura ibrida plug-in, la nuova Ferrari SF90 Spider può anche circolare in modalità completamente elettrica. La batteria 7,9 kWh permette la percorrenza di 25 chilometri con il motore a combustione interna completamente spento.

Il design della SF90 Stradale non è stato alterato dall’arrivo del sistema RHT che gestisce l’apertura del tettuccio. Questo meccanismo permette l’apertura e la chiusura completa in 14 secondi e può funzionare fino alla velocità di 45 Km/h.

Per poter godere del vento nei capelli sulla nuova SF90 Spider sono necessari 473 mila euro. Gli utenti più sportivi inoltre possono optare per rendere la vettura ancora più sportiva con lAssetto Fiorano. Questo allestimento comprende gli ammortizzatori Multimatic, gli pneumatici Michelin Pilot Sport Cup 2 e tantissime componenti realizzati in fibra di carbonio e titanio.