Al colosso OnePlus sono serviti oltre 5 mesi per tornare ad aggiornare la propria gamma 5 di smartphone, che comprende OnePlus 5 e OnePlus 5T. L’ultimo aggiornamento ufficiale rilasciato dalla società cinese risale infatti a fine maggio.

Durante l’aggiornamento appena menzionato entrambi i dispositivi avevano ricevuto il primo firmware stabile basato su Android 10. Scopriamo ora le novità di questo aggiornamento.

 

OnePlus 5 e OnePlus 5T si aggiornano dopo ben 5 mesi

Dal mese di maggio 2020 in poi il rilascio degli aggiornamenti ha subìto una battuta d’arresto, e la stessa OnePlus a metà settembre dichiarava che il problema dipendeva da un grave bug riscontrato nel comparto connettività. Ecco dunque arrivare l’atteso update: la release software è la 10.0.1 di OxygenOS e tra le novità troviamo le patch di sicurezza di settembre 2020, due risoluzioni di errori nella registrazione delle chiamate e nella sveglia e il supporto alla stabilizzazione elettronica dell’immagine.

Il changelog ufficiale è abbastanza ricco di novità, eccone qualcuna: Risolto un problema con la registrazione delle chiamate, risolto il problema che non permetteva alla sveglia di suonare con il dispositivo spento, aggiornate le patch di sicurezza a settembre 2020, aggiornate le GMS a agosto 2020 per quanto riguarda il sistema.

Dal lato Gesture a pieno schermo sono ora disponibili le gesture indietro dalla parte inferiore dello schermo per quanto riguarda la camera invece è stata aggiunta la stabilizzazione elettronica delle immagini per offrirti un’esperienza di ripresa più stabile. Se possedete uno di questi due smartphone, non vi resta che recarvi in impostazioni e avviare il download del nuovo aggiornamento.