blank

In questo periodo di difficoltà per molte famiglie, si sta cercando di limitare le spese inutili ed evitabili in qualsiasi ambito. A cominciare dalle utenze domestiche, dove spesso i costi presenti in bolletta sono ingiustificatamente alti e basterebbe tenere conto di alcuni accorgimenti per avere sensibili risparmi.

Il periodo compreso tra maggio e luglio dello scorso anno, secondo l’ARERA (l’ente che va ad occuparsi di valutare le reti energetiche in Italia), era il migliore per procedere ad un cambio di utenza o per accedere ad offerte più vantaggiose. Il crollo nei mercati energetici portato dal lockdown, per via della diminuita richiesta di materie prime, ha avuto come conseguenza l’abbassamento dei costi per le medesime quantità di energia, sia elettricità sia gas, e la possibilità di corrispondere bollette meno cospicue.

Ma anche in questo momento, nonostante il periodo clou sia terminato, esistono una serie di strategie da poter attuare per diminuire sensibilmente gli importi dei pagamenti.

Luce e Gas, come risparmiare sui costi in bolletta

Un primo accorgimento che si può prendere in considerazione per risparmiare sensibilmente in bolletta corrisponde a consultare, qualora si voglia cambiare tariffa o azienda che gestisce l’utenza, un sito di comparazione tariffe – come SOStariffe, che suggeriamo per la precisione e l’affidabilità delle informazioni riportate.

Una seconda possibilità da mettere in pratica consiste nel passaggio dal mercato tutelato dell’energia al mercato libero, sia per quanto riguarda le utenze luce sia per il gas. Sui consumi medi di una famiglia italiana, si calcola che procedendo all’entrata nel mercato libero si possano risparmiare annualmente dalle 100 alle 170 euro complessive, considerando entrambe le utenze.