vodafoneVodafone si prepara a smantellare la rete 3G; già da novembre 2020 la società pianifica una progressiva riduzione delle connessioni che sfruttano la vecchia tecnologia. A motivare questa scelta la volontà di continuare il percorso di miglioramento della qualità dei servizi per i propri clienti. La rete 3G di Vodafone dovrebbe chiudere i battenti in modo definitivo entro il 31 gennaio 2021; al suo posto in compenso la rete 4G riceverà un notevole potenziamento.

Il progetto infatti mira a rendere disponibili per il nuovo sistema internet le frequenze attualmente occupate dalla vecchia tecnologia. Proprio entro la data di chiusura del servizio 3G Vodafone dovrebbe potenziare la rete 4G garantendo la copertura ad altri 1100 comuni italiani. D’altronde uno svecchiamento eran necessario se si considera che i servizi legati ad internet in Italia, sono tra i più vecchi d’Europa.

Vodafone: con la rete 4G diminuiscono anche le emissioni

 

Oltre ad un netto miglioramento dei servizi la nuova rete 4G di Vodafone porterà con se anche una riduzione delle emissioni atmosferiche e anche un consistente risparmio energetico. Secondo le stime saranno circa 100 i GigaWatt ora risparmiati nel solo 2021, l’energia necessaria per alimentare una popolazione di 50’000 abitanti.

A prescindere comunque il definitivo abbandono della rete 3G è un passaggio fondamentale per la diffusione della rete 5G. Al contrario della rete 3G, i clienti Vodafone che si appoggiano ancora alla rete 2G potranno continuare a usufruire del servizio. Tutti i clienti Vodafone coinvolti in questo processo saranno comunque contatti tramite SMS a cui verrà fornito un numero gratuito a cui poter chiedere maggiori chiarimenti.