blank

Finalmente è arrivato il nuovo aggiornamento per tutti gli utenti in possesso di uno smartphone Huawei di ultima generazione. Tra mille difficoltà, causate dai problemi relativi ai ban imposti dall’America, l’azienda cinese riesce a non darsi per vinta, con importanti passi in avanti sul lato software.

Questo nuovo aggiornamento porta con sé un considerevole numero di novità che, senza alcun dubbio, stuzzicheranno la curiosità di tutti gli utenti. Purtroppo la EMUI 11 sarà ancora basata su Android 10, ma non c’è da stupirsi: Android 11 è stato rilasciato da pochissimo e attualmente gli smartphone che lo usano si possono davvero contare sulle dita di una mano. Ma vediamo insieme quali sono le novità di questa nuova interfaccia.

blank

Animazioni di sistema

Durante la conferenza di presentazione sono state chiamate con il nome di One Take Animation: si tratta di una nuova tipologia di animazioni per l’intera struttura del sistema che ridefinisce il concetto di movimento tra le transizioni di schermo e di app. La traduzione italiana di questo nome si riferisce alle riprese cinematografiche realizzate in un’unica ripresa. In questo caso ben si adatta il termine, che va a indicare un nuovo modo di focalizzare l’attenzione dell’utente su ciò che è importante all’interno della schermata. Protagoniste di questa nuova funzione sono principalmente le applicazioni di sistema, che implementeranno queste transizioni per focalizzare maggiormente l’attenzione dell’utente sulle funzioni principali di un app, invece di riorganizzare completamente una schermata.

 

Funzionalità multi-windows

Con schermi sempre più ampi, grazie alle dimensioni ridotte dei bordi dei nuovi smartphone, il multitasking sta diventando mano mano una di quelle funzioni che in molti si aspettano di trovare migliorata. Per questo Huawei ha deciso di introdurre la possibilità di aprire ben due finestre flottanti sulla schermata che si sta utilizzando, con la possibilità di metterle in secondo piano e riprenderle quando effettivamente sono necessarie. In questo modo non si dovranno chiudere e riaprire ogni volta.

blank

 

Celia, assistente vocale Huawei

Il nuovo assistente vocale di Huawei parla e comprende perfettamente l’italiano. Potrà essere usato per gestire completamente lo smartphone e moltissime applicazioni di sistema. Potremo effettuare uno screenshot, accendere la torcia, impostare una sveglia, fare una ricerca online e molto altro. Il tutto integrato alla perfezione all’interno delle funzioni di sistema.

blank

 

Vibrazione intelligente

Con il nuovo aggiornamento arriva anche la possibilità di personalizzare le modalità di vibrazione a nostro piacimento. La vibrazione dinamica potrà seguire perfettamente il nostro gioco preferito o seguire il ritmo della musica della nostra suoneria.

 

Always on display

Anche l’Always on display si rinnova, grazie all’introduzione di una nuova categoria all’interno di quelle già presenti nell’EMUI 10. Si tratta di Artistic, con grafica basata su opere di Mondrian e figure geometriche dinamiche. Inoltre, sarà possibile modificare la palette colori con una propria foto, o creare AOD con foto statiche o GIF.

blank

 

Meetime e Multi Screen Collaboration 3.0

Sul fronte produttività e lavoro Huawei ha lavorato molto. Sarà presto disponibile anche in Italia l’app per videoconferenze e videochiamate. Le funzionalità ad essa legate sono uniche, come ad esempio quella di usare una videocamera a 360 gradi e inquadrare tutti i presenti in un colpo solo. Purtroppo questo tipo di dispositivo per il momento è disponibile solo in Cina, ma le funzionalità sono potenzialmente molto utili e interessanti. Inoltre, è stata implementata anche l’app dedicata al mirroring wireless del proprio dispositivo. Ora si può finalmente controllare tre schermate alla volta, rispetto a una sola di prima, e si potrà estrarre il testo da un’immagine scattata o trovata online. Una funzione molto utile sia sul fronte lavoro che studio, grazie alla quale si può risparmiare molto tempo.

blank

 

Sicurezza dei permessi e della galleria

Il lato sicurezza è uno di quelli a cui gli utenti stanno più attenti, anche se spesso viene preso sotto gamba. Ci pensa Huawei però a garantire una sicurezza maggiore sui nostri dispositivi. Infatti, attualmente sarà impedito alle app di richiedere automaticamente tutte le autorizzazioni operative in una sola volta. A tal riguardo, si dovrà andare nel menù impostazioni e farlo manualmente. Questa funzione serve chiaramente ad evitare che applicazioni dannose o malware possano in qualche modo infettare il dispositivo senza la reale e consapevole autorizzazione dell’utente. Anche l’app galleria, assieme ad alcune piccole modifiche nella gestione della visualizzazione delle foto, è stata resa più sicura. Infatti, ora non sarà più possibile per l’Ai inviare dati relativi ai propri scatti sul server di gestione, bensì avverrà tutto direttamente ed esclusivamente sul nostro device.

Huawei a sorpresa: EMUI 10.1 ed EMUI 11 anche per questi smartphone

Queste sono le novità più importanti emerse durante la conferenza di presentazione. Senza alcun dubbio nei prossimi giorni o settimane emergeranno tanti nuovi piccoli dettagli di funzionalità esclusive della nuova interfaccia. Nel frattempo fateci sapere cosa ne pensate di queste novità, e continuate a seguirci per non perdervi nessun aggiornamento a riguardo.