Secondo le ultime indiscrezioni l’applicazione di musica in streaming Spotify, starebbe valutando di permettere anche agli utenti gratuiti di ascoltare musica offline, con un limite di 30 minuti al giorno.

L’indiscrezione è stata resa nota da Jane Manchun Wong, esperta di reverse engineering che spesso si occupa di scovare indizi di novità in arrivo nelle applicazioni mobile. Scopriamo insieme tutti i dettagli sulla questione.

 

Spotify potrebbe offrire una grande possibilità anche agli utenti Free,

Jane ha anche scoperto delle altre novità su cui sta lavorando il colosso, per esempio una nuova funzionalità che permette di salvare in una sorta di “area bookmark” i propri episodi preferiti di un podcast. Ci risulta anche un aggiornamento automatico delle playlist all’arrivare di nuove canzoni pertinenti.

E non finisce qui, il colosso starebbe lavorando anche ad una nuova pagina iniziale per la modalità in auto, con una griglia più ampia di playlist suggerite, un banner che ricorda che è possibile controllare l’applicazione con Google Assistant, un layout aggiornato per la barra di navigazione e la pagina di riproduzione. La stessa fonte, appena qualche giorno fa, aveva svelato un’ulteriore funzione in lavorazione, quella degli eventi virtuali.

Al momento, come al solito, è impossibile sapere se e quando effettivamente queste novità saranno presentate ufficialmente. Sicuramente se dovessero arrivare, molti più utenti sarebbero incuriositi di scaricare la versione Free e perché no, dopo qualche tempo potrebbero decidere di passare anche alla versione a pagamento, portando un introito alla piattaforma. Non ci resta che attendere maggiori indiscrezioni nelle prossime settimane.