blank

La prima guerra mondiale fu uno dei due conflitti mondiali che tra il 1914 e il 1918 coinvolse le grandi potenze dell’epoca e molte di quelle minori, essa venne scatenata da una serie di tensioni accumulate fra alcuni stati europei le quali videro come scintilla per l’esplosione l’assassinio dell’Arciduca Ferdinando avvenuto il 28 giugno 1914 a Sarajevo, portando così alla formazione di due fazioni a seguito delle varie alleanze strette nel XIX Secolo, da un lato gli imperi centrali e dall’altro gli alleati.

Circa 60 milioni di uomini vennero mobilitati, di cui 9 non tornarono più a casa.

Noi tutti conosciamo bene la storia, ma la prima guerra mondiale non fu solo un periodo nero nella storia del mondo, essa ebbe anche qualche piccolo risvolto scientifiche, nato forse dalla spinta bellica nella ricerca di armi da utilizzare in battaglia, vediamo insieme le 10 invenzioni più strabilianti.

10 invenzioni che dobbiamo alla prima guerra

  • Cellucotton: si tratta di un materiale trovato da alcuni ambasciatori statunitensi nelle carterie di Austria, Germania e Scandinavia, i quali notarono la sua capacità assorbente pari a circa 10 volte quella della carta, così lo portarono in America dove venne adoperato per produrre molti presidi chirurgici.
  • Kleenex: Si tratta dei primi fazzoletti di carta mai creati, derivano anch’essi dal cellucotton.
  • Bustine da tè: nate quasi per caso, esse devono la loro esistenza ad un commerciante di foglie da tè il quale le vendeva all’interno di piccole bustine, una di queste una volta però finì nell’acqua bollente facendo notare la possibilità di produrre infusi.
  • L’ora legale: Incredibile ma vero l’ora legale nacque in quello scenario, questo poichè gli scienziati tedeschi si resero conto dell’utilità di spostare l’orologio per sfruttare al meglio le ore di luce e sopratutto risparmiare carbone.
  • Acciaio Inox: Harry Brearley, un ingegnere di Sheffield, nella disperata ricerca di una lega non deformabile dal calore, placco i suoi metalli con Cromo, l’uomo convinto di aver fallito gettò tutto nella spazzatura salvo accorgersi pochi giorno dopo che quegli stessi pezzi non si erano arrugginiti.
  • Cerniera Zip: Questa invenzione la dobbiamo a Gideon Sundbäck, il quale non la creò per caso, bensì ebbe l’arguzia di aumentare il numero di dentini di legatura.
  • Cura per il rachitismo: Nel inverno del 1918 a Berlino circa la metà dei bambini soffriva di ossa deboli, così Kurt Huldschinsky, un medico della città, decise di sottoporli al trattamento con irradiazione di raggi ultravioletti, dopo un paio di mesi notò che le ossa dei bambini si erano fortificate.
  • Orologio da polso: Non fu propriamente inventato durante la prima guerra mondiale, ma acquisì la sua enorme popolarità per la necessità di coordinare le azioni di attacco.
  • Comunicazioni Radio: invenzione ottenuta dagli ingegneri inglesi e dettata dalla necessità di non adoperare linee cablate facilmente eliminabili dal nemico.
  • Salsicce di Soja: Un’invenzione che probabilmente riempie gli stomaci di molti dei nostri lettori vegetariani che nacque dalla mente di Konrad Adenauer, la cui idea per quanto geniale venne però snobbata dai tedeschi e non ottenne il brevetto, ovviamente a influire vi era la gloriosa storia tedesca nella produzione di salsicce.