cartelle esattoriali equitalia fiscoGli obblighi finanziari degli italiani nei confronti di Equitalia vengono meno a fronte di una importante decisione che annulla il pagamento delle cartelle legate ai debitori di multe e bollo auto. Tutte le tasse insolute contestate nel decennio 2000-2010 perdono i propri effetti per conferma di una recente sentenza della Corte di Cassazione.

La nuova Ordinanza n. 28072/2019 sancisce il veto al pressing economico con l’applicazione della clausola di “pace fiscale” che abbuona 1000 EURO a coloro che negli anni hanno voltato le spalle agli intimati ALT sul pagamento delle pendenze debitorie notificate dal Fisco. Gli evasori hanno vinto ancora mentre online imperversa una polemica tra coloro che con immani sforzi hanno pagato il dovuto. Ecco gli ultimi dettagli.

 

Equitalia cancella tutti i debiti non saldati dagli italiani dopo la decisione ormai presa

Da non credere che si possa essere arrivati all’archiviazione delle cartelle Equitalia, La manovra ha incontrato il parere favorevole di alcune cariche politiche come Matteo Salvini, che dagli spalti della Lega approva la nuova linea di condotta che alleggerisce il carico fiscale sulle famiglie italiane profondamente provate dalla crisi economica e del lavoro. Dall’altro lato si staglia l’opinione dell’opposizione di Governo facente capo a Giuseppe Conte che replica dicendo:

“Ciò crea un precedente per eventuali future problematiche legate alla gestione dei capitali. Soprassedere sulla questione debiti consente l’incentivazione del reato. Tutto ciò attua un ammanco dei capitali dello Stato ed un precedente importante nella gestione della Pubblica Amministrazione”.

Indubbiamente ingiusta verso coloro che hanno regolarmente adempiuto ai propri obblighi, la manovra è stata già decisa con buona pace di una fascia di popolazione dettasi indignata per la sonora pacca sulla spalla data ai “morosi seriali” che si sono esulati volontariamente dai pagamenti.