MuskElon Musk ha rivelato ulteriori dettagli sul misterioso chip della nuova interfaccia cervello-computer, sostenendo che consentirà alle persone di ascoltare suoni al di fuori della loro portata.

La tecnologia del chip di Neuralink potrebbe anche aiutare a ripristinare il movimento in caso di problemi con il midollo spinale. Oppure, potrebbe aiutare a curare la depressione. Queste alcune delle promesse di questa nuova startup. Il CEO di SpaceX e Tesla ha fondato Neuralink nel 2016 rivelando ben poco sul modo in cui opera.

L’obiettivo finale è fornire una connessione diretta tra un cervello di un essere umano e un computer dotato di IA. Per farlo si utilizzerà un dispositivo simile a una macchina da cucire. Un documento di ricerca pubblicato lo scorso anno in concomitanza con l’unico evento ufficiale ha spiegato come questi thread si collegerebbero a un singolo cavo USB-C per fornire dati al cervello.

Musk si sbilancia nuovamente, il chip di Neuralink rivoluzionerà il modo in cui ascoltiamo suoni

In una serie di tweet, Musk ha affermato che questa nuova tecnologia “potrebbe estendere la gamma di ascolto oltre le normali frequenze e ampiezze“. Maggiori dettagli su Neuralink saranno presentati in occasione di un evento il 28 agosto, sebbene Musk abbia fornito informazioni saltuarie sulle capacità del dispositivo su Twitter.

Le prime iterazioni del dispositivo di Neuralink potrebbero essere utilizzate per aiutare le persone che soffrono di disturbi neurologici e malattie cerebrali come il Parkinson. Anche se alla fine Musk spera che la tecnologia consentirà alle persone di competere con l’intelligenza artificiale.

L’imprenditore miliardario ha spesso messo in guardia sui pericoli dell’intelligenza artificiale avanzata, sostenendo che rappresenta una delle maggiori minacce esistenziali per l’umanità. “Le persone molto intelligenti non pensano che un computer possa mai essere intelligente come loro. Questa è arroganza”.