USA-spazio-newhorizons

Gli Stati Uniti d’America sembrano essere pronti a un grande passo. Secondo quanto è trapelato in rete, infatti, fra pochi anni gli USA potrebbero portare le proprie prime centrali nucleari nello spazio, in particolare sulla Luna e su Marte.

 

Gli USA porteranno le centrali nucleari nello spazio

A quanto pare, il Governo Statunitense si appresta a fare qualcosa di mai provato fino ad ora. Dopo aver portato avanti il Programma Apollo con i primi viaggi sulla Luna, infatti, gli Stati Uniti d’America sembrano intenzionati a portare sul territorio lunare e su Marte le prime centrali nucleari. Questo è quanto è emerso in queste ore, dato che il Dipartimento dell’Energia Statunitense ha effettuato una richiesta approfondire per capire come avviare nel migliore dei modi questo nuovo progetto molto ambizioso.

Si tratta di un nuovo progetto che non è molto lontano dal realizzarsi, dato che il primo incontro tecnico per valutare il tutto si terrà già il prossimo mese, ovvero ad agosto. Tra i vari esperti, ci saranno gli scienziati e i tecnici del Dipartimento dell’Energia Statunitense, i tecnici della NASA e gli scienziati dell’Idaho National Laboratory. Questo progetto sarà costituito da più fasi, di cui una iniziale in cui verrà messo a punto il progetto. Lo step successivo consisterà nel realizzare un reattore di prova da testare e, se tutto dovesse andare a buon fine, si potrà passare alla realizzazione del reattore vero e proprio.

Questo reattore sarebbe molto importante per i viaggi nello spazio, in quanto grazie ad esso verrebbe fornita l’energia necessaria per poter esplorare a fondo la superficie lunare e quella di Marte. Il progetto degli USA per queste centrali nucleari, comunque, dovrebbe iniziare tra non molti anni (si parla più o meno dell’anno 2026).